Le 14 migliori scarpe da running

La corsa è tra le attività sportive più diffuse. È alla portata di tutti, si può praticare senza vincoli di orari, ci si può allenare praticamente in ogni ambiente, dalla propria casa correndo sul tapis roulant al viale urbano o al sentiero di campagna.

L’elemento fondamentale e imprescindibile per correre in sicurezza è avere ai piedi le migliori scarpe da running adatte al tipo di allenamento, alle nostre esigenze e preferenze.

Non esiste il modello perfetto universale di scarpe bensì il modello più adatto per il tipo di corsa che sceglieremo di intraprendere. E non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Le migliori scarpe da running


Quali sono le migliori scarpe da running?

Immaginiamo di essere qualcuno che si affaccia per la prima volta nel mondo della corsa e di trovarci di fronte a un’infinità di modelli di scarpe. Quale modello comprare? E, soprattutto, perché?

Probabilmente il nostro sguardo andrà a cadere sui modelli esteticamente più gradevoli o su quelli già noti perché visti in tv o sulle pagine dei giornali oppure ai piedi di un nostro amico: dimentichiamo per il momento tutto ciò e passiamo prima a fare valutazioni ben più importanti.

Innanzitutto, di che tipo sarà la nostra corsa? Su quale superficie andremo ad allenarci? La nostra corporatura o la conformazione del nostro piede avranno bisogno di attenzioni particolari? E, infine, siamo veramente motivati o potrebbe essere una passione passeggera?

Un runner esperto conosce già le risposte a queste domande ma, vista la continua evoluzione delle tecnologie e dei materiali anche in questo settore, dovrà comunque tener conto di quanto questi elementi possano migliorare la qualità della scarpa e, di conseguenza, la sua prestazione. E ora iniziamo con le recensioni delle migliori scarpe da running:

Scarpe da running uomo

1. Scarpe da running uomo Endorphin Speed di Saucony

Saucony Endorphin Speed Scarpe da Corsa -...

Acquista su Amazon

Indicata principalmente per allenamenti e corse veloci, l’Endorphin Speed dell’americana Saucony è una scarpa da running performante, versatile e leggera. Offre una buona ammortizzazione grazie all’innovativa intersuola realizzata in una combinazione di materiali tecnologici di ultima generazione (PWRUN).

Tomaia e fodera sono realizzate in materiale sintetico che garantisce traspirabilità e comfort, la chiusura stringata assicura al piede la massima libertà di movimento in tutta sicurezza.

Disponibile in diversi colori, questo modello ha nella flessibilità e nella stabilità altri due punti di forza e, pur rientrando in una fascia di prezzo medio/alta, se ne consiglia l’acquisto per correre e allenarsi in tutta sicurezza.


2. Scarpa da running uomo FujiTrabuco Pro di Asics

ASICS Fujitrabuco PRO, Scarpe da Corsa Uomo, Noir,...

Acquista su Amazon

Questo modello presentato da Asics è progettato per gli amanti dei percorsi più impegnativi. È una scarpa da trail running che offre un’ottima ammortizzazione grazie all’esclusiva intersuola di Asics in FlyteFoam Lite, incredibilmente leggera. Il gel Asics protegge ulteriormente il tallone dalle eccessive sollecitazioni del percorso.

La suola presenta dei tasselli profondi per favorire l’appoggio e garantire aderenza anche sulle superfici più irregolari o scivolose.

La tomaia, realizzata in una rete porosa che è una garanzia in termini di traspirabilità, presenta un collarino rialzato aderente a protezione della caviglia.  Il sistema di allacciatura è l’efficace Quick lacing.

Considerate le specifiche tecniche, il rapporto qualità/prezzo è decisamente conveniente, trattandosi di un prodotto di fascia media di prezzo.


3. Scarpe da running uomo Zeta Flux di Adidas

Adidas Zx Flux, Scarpe da Corsa Unisex Adulto, Blu...

Acquista su Amazon

La marca Adidas è una garanzia nell’universo degli articoli sportivi, una sorta di ottimo biglietto da visita quando dobbiamo scegliere tra diverse soluzioni.

Le Zeta Flux sono in realtà un modello unisex, comodo e sportivo, adatto al running ma anche per percorrere lunghi tragitti ogni giorno.

La tomaia è realizzata in pelle e tessuto sintetico e presenta un’allacciatura di tipo stringato. La suola è piuttosto bassa, per cui non è molto adatta per correre su terreni impegnativi.

La calzata è regolare, ma se ne consiglia l’acquisto in un numero in più.

Si tratta in definitiva di una scarpa confortevole senza troppe pretese, disponibile in diversi colori e con un prezzo da fascia media.


4. Scarpe da running uomo Nike Downshifter 9

Nike Downshifter 9, Scarpe da Corsa Uomo, Black...

Acquista su Amazon

È uno dei modelli più classici realizzati dalla Nike, giunto ormai alla nona versione, che garantisce protezione e comfort, adatta soprattutto a chi si affaccia per la prima volta al mondo del running.

La tomaia è realizzata in rete traspirante che consente una entrata e un’uscita dell’aria molto più fluida, garantendo al piede il massimo del comfort. Il tessuto è più denso nella parte mediana del piede e nel tallone, per garantire maggiore sostegno e protezione.

L’intersuola realizzata in morbida schiuma offre un’ammortizzazione morbida e dinamica, adatta ai principianti  per la protezione e dinamicità offerte. La suola in gomma offre aderenza e trazione su diversi tipi di superfici, rendendo questo modello particolarmente versatile.

Possiamo dire che si tratta di uno tra i modelli più economici, per l’ottimo rapporto tra il costo e la qualità offerta.


5. Scarpe da running da uomo Reebok Classic Leather

Reebok Classic Leather, Scarpe da Ginnastica Uomo,...

Acquista su Amazon

Come suggerisce il nome, si tratta della reinterpretazione del modello classico e iconico di Reebok dalla linea pulita, dal look elegante e minimalista, da indossare non solo per praticare attività sportiva ma ogni giorno.

È un modello a taglio basso, con la tomaia realizzata in morbida pelle che garantisce comfort e protezione, e con fodera in tessuto sintetico.

All’interno sono presenti una comoda soletta anatomica estraibile Ortholite e un’intersuola in EVA, che offre una leggera ammortizzazione. La suola esterna è realizzata in gomma antiscivolo. La chiusura è del classico tipo stringato con lacci.

È un ottimo prodotto che si colloca in una fascia di prezzo media.


6. Scarpe da running uomo Puma Tazon FM

PUMA Tazon 6 FM, Scarpe da Corsa Uomo, Bianca...

Acquista su Amazon

Il modello da running Tazon di Puma è giunto ormai alla sesta versione, si presenta come una scarpa dalla linea elegante ed essenziale.

La tomaia è realizzata in pelle sintetica con finiture gradevoli e dettagli traforati e presenta la classica allacciatura stringata.

All’interno è presente una soletta estraibile, realizzata in materiale morbido del tipo memory foam, che si adatta subito alla forma del piede, conferendo il massimo del comfort e assorbendo gli urti derivanti dalla pratica dell’attività fisica.

Un’ulteriore protezione è garantita al tallone grazie alla presenza di una capsula in EVA, che ammortizza lo shock derivante dall’impatto con il suolo.

Rientra in una fascia di prezzo medio-bassa e se ne consiglia l’acquisto per la buona qualità a un prezzo competitivo.


7. Scarpe da running uomo Mizuno Wave Prophecy 7

Mizuno Wave Prophecy 7, Scarpe da Running Uomo

Acquista su Amazon

Il modello Wave Prophecy 7 è uno dei top gamma della giapponese Mizuno. È una scarpa dal look sportivo e originale, disponibile in varie combinazioni di colore.

Si tratta di un modello pesante da allenamento, particolarmente indicato per la corsa su strada, ma anche per camminate e leggere attività sportive.

La tomaia è realizzata in tessuto airmesh, abbastanza traspirante, con colletto e linguetta imbottiti. La capacità di assorbimento degli urti è potenziata grazie alla presenza di un inserto aggiuntivo all’intersuola, che copre tutta la lunghezza della scarpa.

Anche il supporto, in questa versione, è stato migliorato grazie alla tecnologia U4ic, che favorisce la transizione dall’atterraggio alla spinta.

Il prezzo piuttosto elevato di questo modello è giustificato dai materiali e dalle tecnologie impiegate per garantire ottime prestazioni nel massimo comfort e in sicurezza.


Scarpe da running donna

8. Scarpe da running donna Ascis Gel Kayano-27

ASICS Gel-Kayano 27, Scarpe da Corsa Donna,...

Acquista su Amazon

Il Gel Kayano-27 di Asics è un modello molto tecnico dedicato soprattutto a chi presenta problematiche di iperpronazione, ossia la tendenza del piede a continuare a ruotare verso l’interno anche dopo l’impatto con il suolo,  quindi quando il carico si trasmette alla parte interna del piede.

La tomaia è realizzata in rete mesh per assicurare freschezza durante la corsa e presenta dei dettagli riflettenti sul tallone per migliorare la visibilità, utili soprattutto ai runner che si trovano a correre in condizioni di scarsa luminosità o di notte.

Le tecnologie Asics utilizzate all’interno garantiscono la massima ammortizzazione e stabilità, grazie soprattutto al materiale Flytefoam presente nell’intersuola.

È una scarpa di qualità  e la troviamo quindi tra quelle appartenenti alla fascia di prezzo alta. Per questo motivo si può valutare la possibilità di acquistarla tra i modelli in vendita online.


9. Scarpe da running donna Brooks Glycerin 18

Brooks Glycerin 18, Scarpe da Corsa Donna,...

Acquista su Amazon

Il modello Glycerin 18 di Brooks si presta bene alla corsa grazie alla elasticità della tomaia in mesh e, ovviamente,  alla capacità di ammortizzazione.

L’intersuola particolarmente efficace protegge il piede dagli urti derivanti dalla corsa. La soletta interna Ortholite garantisce una calzata comoda e sicura.

La suola esterna in gomma migliora l’ammortizzazione dell’intersuola e presenta una zona di transizione che rende morbida e fluida la rullata, ossia il movimento del piede dal tallone alla punta, senza perdere in reattività o resistenza.

La vestibilità è normale, per cui se ne consiglia l’acquisto nel numero indossato abitualmente. È disponibile in diversi colori e si colloca in una fascia di prezzo medio/alta.


10. Scarpe da running donna Skechers Flex Appeal 3.0

Skechers Flex Appeal 3.0-First Insight, Scarpe da...

Acquista su Amazon

Skechers e comodità è un binomio praticamente inscindibile, vista l’immediata associazione del comfort al nome della marca, e questo modello da donna non è da meno.

È comodo già a partire dalla tomaia, realizzata in tessuto traspirante mesh, con inserti in ecopelle e logo a contrasto. E’ presente un’ampia linguetta a prevenire l’eventuale ingresso di detriti all’interno della scarpa.

Come per la gran parte dei modelli Skechers, il punto forte è rappresentato dalla confortevolezza della suola interna realizzata in Memory Foam: una volta indossata la scarpa, la suola si adatta immediatamente al piede, conferendo una gradevole sensazione di benessere.

È una scarpa leggera e versatile, comoda sia per chi pratica attività sportiva e per chi deve passare molte ore del giorno in piedi.


11. Scarpe da running donna New Balance Ryval Run

New Balance Ryval Run, Scarpe da Corsa Donna, Blu...

Acquista su Amazon

È una scarpa dal look sportivo e moderno, adatta a chi percorre molti chilometri o per la corsa su strada.  La tomaia è realizzata in mesh traspirante e materiale sintetico in una grande varietà di colori. Presenta la classica allacciatura a stringhe e un evidente logo a contrasto sulla parte esterna.

La presenza dell’intersuola in EVA garantisce la protezione dall’impatto con il suolo, aumentando la capacità di ammortizzazione senza andare ad appesantire la scarpa.

L’inserto NB Comfort ultra morbido conferisce una maggiore sensazione di leggerezza al piede. La larghezza della pianta del piede è standard e quindi se ne consiglia l’acquisto nel numero abitualmente calzato. Si tratta di un buon prodotto di fascia media, che coniuga qualità e prezzo.


12. Scarpe da running donna Nike Tanjun

Nike Tanjun, Scarpe Running Donna, Nero...

Acquista su Amazon

Il modello Tanjun presentato dalla Nike colpisce per il look elegante ed essenziale. In effetti il nome non è stato scelto a caso: deriva dal giapponese e significa proprio “semplicità”.

La tomaia, realizzata in tessuto mesh flessibile e traspirante, presenta ben evidente il classico logo a contrasto, la fodera interna è in tessuto sintetico.

Internamente sono presenti una suola iniettata che garantisce un’ammortizzazione molto leggera e un’intersuola decisamente resistente.

È una scarpa molto versatile, adatta per la corsa ma anche per lunghe camminate; risulta molto comoda anche per chi è costretto a passare molte ore in piedi.  E’ disponibile in diversi colori.


13. Scarpa da running donna Puma Flyer Runner

PUMA Flyer Runner, Scarpe da Corsa Unisex-Adulto,...

Acquista su Amazon

Il modello Flyer Runner di Puma è una scarpa neutra, ossia priva del supporto anti-pronazione e quindi adatta ai runner che non hanno problemi di appoggio durante la corsa.

La tomaia, realizzata in tessuto e materiale sintetico, colpisce per la grande quantità di colori in cui è realizzata. Internamente è foderata in materiale sintetico, senza imbottitura.

La soletta interna imbottita garantisce protezione dagli urti derivanti dall’impatto con il suolo. Una linguetta imbottita è posta a ulteriore protezione del tallone.

E’ una scarpa comoda che ben si adatta alla corsa, ma il look casual ne consente l’uso anche al di fuori della pratica dell’attività sportiva, esattamente come se fosse una scarpa da indossare tutti i giorni.


14. Scarpe da running donna Mizuno Wave Paradox WOS

Mizuno Wave Paradox WOS, Scarpe Running Donna, Blu...

Acquista su Amazon

Il modello Wave Paradox di Mizuno è una scarpa da running particolarmente indicata per persone con problematiche di iperpronazione.

La tomaia è realizzata in tessuto mesh traspirante, con  inserti in materiale sintetico e rinforzi interni nella zona mediana che garantiscono migliori supporto e stabilità al piede.

L’ammortizzazione si può senz’altro definire di livello top: l’intersuola è realizzata nel nuovo materiale U4IC ideato da Mizuno, una particolare mescola leggera che fornisce prestazioni elevate e massimo comfort.

Inoltre è presente una soletta, realizzata con materiale ammortizzante e resistente, che garantisce maggiore protezione al piede.

È un modello particolarmente indicato per la corsa su terra e asfalto. Si colloca nella fascia di prezzo medio/alta.


Le scarpe da running sono veramente necessarie?

scarpe-da-running

La risposta secca è “sì”.  In realtà le scarpe da running sono necessarie per la corsa così come ogni altra attività fisica che coinvolge il piede dovrebbe essere svolta con il paio di scarpe adatto al caso.

Per di più, all’interno della categoria scarpe da running, vi sono modelli con caratteristiche e funzionalità differenti che dipendono da diversi fattori.

Prendiamo ad esempio il trail e il running urbano: siamo sempre nell’ambito della corsa, però si praticano su terreni estremamente diversi, per cui anche il tipo di scarpa sarà diverso, con diverse funzionalità.

L’elemento fondamentale da prendere in considerazione è la rullata del piede, ossia quel movimento automatico e naturale che compie il piede quando si corre: l’appoggio del tallone sul suolo, la rullata del piede fino a essere completamente a contatto con il suolo e infine la spinta con le dita.

Quando corriamo, il nostro corpo esercita sul piede una forza che può arrivare fino a tre volte il nostro peso. Le scarpe da running assolvono sostanzialmente a due funzioni: ammortizzano lo shock derivante dall’impatto con il suolo, assorbendolo parzialmente, e aiutano il nostro piede a muoversi naturalmente ma in sicurezza durante la rullata.

Le scarpe da running sono progettate e strutturate proprio per favorire questo semplice movimento. Ogni sport, che prevede altri movimenti come salti, rotazioni, oppure cambiamenti di velocità o di direzione, deve essere praticato con le scarpe adatte per ottenere il massimo dei benefici, facilitare i movimenti e ridurre il rischio di infortuni.

Quanto si può arrivare a spendere per un paio di scarpe da running?

Il prezzo delle scarpe da running può variare molto da un minimo di 60 euro fino a 200 euro e oltre. I modelli più popolari di quasi ogni marca hanno prezzi livellati da 110 a 120 euro ed è proprio in questa fascia di prezzo che possiamo trovare modelli di qualità con caratteristiche e funzionalità non molto diverse dai modelli di prezzo superiore.

Ben diverse sono le scarpe più economiche, adatte al massimo alla camminata nonostante siano spesso spacciate per scarpe da corsa. Sono assolutamente inutili se non dannose per questa attività sportiva perché mancanti delle doti di supporto e ammortizzazione necessarie a protezione del piede.

Un suggerimento utile per l’acquisto di scarpe di buona qualità a un prezzo relativamente basso è quello di cercare tra i modelli dell’anno precedente per poter risparmiare dal 25 al 40% sul prezzo di vendita.

Forse non troveremo il paio di scarpe di quel colore così alla moda oppure quel particolare modello che vediamo negli spot pubblicitari in tv, ma è sempre meglio ritrovarsi ai piedi una scarpa di qualità, seppur uscita un anno prima, piuttosto che un modello nuovissimo ma più economico.

La corsa è uno sport “povero”, nel senso che per praticarlo non c’è bisogno di sostenere spese tipo abbonamenti in palestra oppure acquisti di un particolari equipaggiamenti, quindi l’unico elemento su cui non si devono risparmiare soldi consiste proprio nell’acquisto delle scarpe.

Qual è l’elemento più importante da considerare nell’acquisto delle scarpe da running?

È una domanda che ci facciamo una volta davanti alle decine di modelli esposti nei negozi specializzati. Magari iniziamo a considerare fattori come il tipo di allenamento, le nostre caratteristiche fisiche o l’ambiente in cui vogliamo usarle.

Niente di tutto ciò: può sembrare banale, ma l’elemento fondamentale da tenere in considerazione è il comfort, quindi dobbiamo tener conto della taglia giusta per avere una calzata ottimale.

Anche il fastidio più piccolo dovuto a una scarpa troppo corta o troppo lunga, troppo stretta o troppo larga, protratto per tutto il tempo dell’allenamento, e sollecitato in continuazione dai passi, dal gonfiore del piede a causa del calore, può amplificarsi fino a diventare insostenibile e causare irritazioni o vesciche.

Per evitare spiacevoli inconvenienti dovremo quindi fare in modo di acquistare una scarpa che probabilmente non sarà dello stesso numero di quelle che usiamo abitualmente, visto che con l’attività fisica il piede tende a gonfiarsi, ma almeno di mezza o una taglia in più.

Infine, dobbiamo indossarla e provarla per qualche minuto prima di decidere se si tratti della scarpa giusta o meno prima dell’acquisto: vale la pena spendere un po’ di tempo per testarla ed essere sicuri di poter mettere ai nostri piedi un valido compagno di viaggio.

Che cos’è l’ammortizzazione?

scarpe

L’ammortizzazione non è nient’altro che la capacità della scarpa di assorbire parzialmente l’impatto del piede sul suolo. Non tutte le scarpe da running hanno lo stesso sistema di ammortizzazione, né garantiscono la stessa qualità.

I modelli migliori presentano delle suole/intersuole più spesse, che le rendono più resistenti ma anche più pesanti. Il termine corretto è “stack height”, che sta a indicare l’altezza complessiva della suola e dell’intersuola: a uno stack height più elevato corrisponde maggiore ammortizzazione e, conseguentemente, un peso maggiore della scarpa.

I modelli molto ammortizzati sono consigliati ai runner dal peso più elevato, a chi si allena ogni giorno; sono adatti alle corse sulla lunga distanza o in tutte quelle situazioni che potrebbero mettere a rischio di infortuni il nostro piede.

Le scarpe poco ammortizzate hanno uno stack height minore, sono più leggere e offrono una minore protezione dagli impatti. Sono preferite dai runner più leggeri ma anche più attenti, per usarle sia per gli allenamenti veloci che per le gare. 

Quali sono i diversi tipi di ammortizzazione?

A seconda della superficie sulla quale si corre si avrà bisogno di un sistema di ammortizzazione diverso, in grado di rispondere alle diverse intensità di impatto.

Prendiamo come esempio una corsa sulla sabbia. Se la sabbia è asciutta, l’impatto sarà ben ammortizzato poiché la superficie piuttosto morbida disperderà la forza che i piedi esercitano sul suolo, rallentando però la velocità.  Questo tipo di ammortizzazione è detta “morbida” (soft cushioning).

Al contrario, correndo sulla sabbia bagnata l’impatto sarà maggiore perché la superficie è più dura, e maggiore sarà anche la velocità. Questo tipo di ammortizzazione è detto “reattivo” (responsive cushioning).

Concludendo: si può dire che una tipologia sia migliore dell’altra? Sostanzialmente no, dipende dalle preferenze personali . Un’ammortizzazione morbida sarebbe da preferire in caso di sforzi lenti e prolungati, mentre quella reattiva è più adatta a un allenamento in velocità. Infine, si parla di ammortizzazione bilanciata quando è una via di mezzo tra quella morbida e quella reattiva.

Cos’è la stabilità per le scarpe da running?     

Si parla spesso dei problemi di pronazione, iperpronazione, supinazione del piede, ma la scienza ha ridimensionato l’importanza di questi elementi  in relazione all’acquisto delle scarpe da  running.

Ciò che conta e che dovremmo cercare in un paio di scarpe, in caso di problemi alla caviglia con la rullata, sono stabilità e sostegno.

Basta fare un piccolo test per avere una prima risposta, ossia provare a restare per un minuto su un piede e poi sull’altro. Se non riusciamo a rimanere in piedi senza tremare, al punto di rischiare di cadere per terra, allora potremmo aver bisogno di allenare le nostre caviglie e di cercare un paio di scarpe che migliorino la stabilità.

Cos’è il drop in una scarpa da running?

Il drop  di una scarpa consiste nella differenza tra l’altezza del tallone e dell’avampiede. Le scarpe da running tradizioni hanno un drop di 10-12 millimetri, mentre se è di circa 4-6 millimetri  è classificato come low drop.i Infine, ci sono anche scarpe completamente piatte, dette a zero drop,

Un drop più alto protegge molto di più il tallone dall’impatto con il suolo rispetto, mentre un drop più basso favorisce l’appoggio sulla parte centrale o sull’avampiede.

Dove corri abitualmente?

scarpa

La superficie sulla quale andremo ad allenarci gioca un ruolo fondamentale nella scelta delle scarpe per running. È un ulteriore elemento da valutare attentamente, perché a seconda del tipo di suolo, avremmo bisogno di scarpe con caratteristiche diverse.

Correre sulla spiaggia è diverso da correre su un sentiero roccioso, di conseguenza la scelta scarpa dovrà tener conto di questo elemento al fine di evitare fastidi o infortuni. Per questo motivo possiamo sommariamente distinguere tre categorie principali di scarpe da running.

● Scarpe da running su asfalto

Sono delle scarpe adatte a correre su  pavimentazioni dure e uniformi, che possono presentare qualche irregolarità. Leggere e flessibili, devono stabilizzare e ammortizzare il piede su questo tipo di superfici.

● Scarpe da trail running

Sono progettate per percorsi fuoristrada su superfici accidentate, dove la corsa è complicata dalla presenza di elementi come rocce, radici, fango.

Sono dotate di un battistrada più consistente rispetto a quello delle scarpe da asfalto che favorisce la tenuta su terreni impervi e scivolosi. Sono più rigide e rinforzate per una maggiore protezione del piede.

● Scarpe da cross-training

Sono delle scarpe progettate per le sedute di allenamento in palestra, adatte alle sessioni di crossfit o altre attività che richiedono un maggior contatto con il terreno.

Quale tipo di ammortizzazione scegliere?

Ogni tipo di attività e di corsa ha bisogno di scarpe che rispondano a diverse esigenze. È meglio scegliere un modello ammortizzato oppure un modello neutro? E quanto contano le nostre preferenze personali in termini di sensazione di comodità, rispetto a dei criteri più tecnici? 

Il miglior modo per decidere è quello di provare diversi modelli per trovare quello più rispondente alle nostre esigenze e preferenze.  Relativamente all’ammortizzazione, possiamo distinguere quattro categorie:

● Scarpe con massima ammortizzazione

Presentano intersuole con imbottitura spessa per il massimo comfort. Molti runner preferiscono questo tipo di ammortizzazione per le corse su lunga distanza o per le gare che durano più giorni, mentre altri non amano la sensazione di morbidezza e le ritengono troppo pesanti.

● Scarpe con moderata ammortizzazione

Sono una via di mezzo che cerca di coniugare il comfort della morbidezza con un’ammortizzazione leggera o quasi assente. In questa categoria si può trovare una gran quantità di modelli.

● Scarpe minimaliste

Hanno una leggera ammortizzazione grazie alla presenza di una soletta leggera e sono preferite da quei runner che amano sentire il contatto con il suolo durante la corsa.

● Scarpe barefoot

Sono scarpe che non hanno alcun tipo di ammortizzazione, il piede è separato dal suolo da uno strato di pochissimi millimetri, 3 o 4. Sono scarpe che non assicurano supporto, né stabilità.

● Il drop

I pochi millimetri di drop, ossia della differenza di altezza tra tallone e punta della scarpa, modificano sostanzialmente la corsa. In particolare, un drop alto porta ad atterrare di tallone, mentre scarpe con un drop basso portano il runner ad atterrare con l’avampiede. Più il drop è basso e più viene sollecitato il tendine d’Achille.


Domande frequenti

👟 E’ necessario acquistare le scarpe da running in una taglia più grande?

Gli esperti effettivamente ne consigliano l’acquisto almeno in mezzo numero in più rispetto a quello calzato abitualmente.  Se la scarpa è troppo stretta, andremmo incontro a problematiche come le vesciche, intorpidimenti, sensazione di malessere generale che è meglio evitare acquistando l’articolo in una misura più confortevole.

👟 Le scarpe da corsa economiche sono adatte per l’attività fisica?

E’ sempre meglio non acquistare delle scarpe da corsa economiche: prendete le scarpe migliori che potete permettervi. La sollecitazione dell’impatto dei passi sul suolo deve essere minimizzata grazie a dispositivi e protezioni adeguate per evitare problemi soprattutto al tendine di Achille.