I 7 migliori cappellini da running

Quando si decide di praticare uno sport come la corsa, dobbiamo valutare attentamente l’acquisto di scarpe e abbigliamento adatto, ma non dobbiamo sottovalutare la protezione della nostra testa con un cappellino da running, ormai diventato parte integrante dell’equipaggiamento di gran parete dei runner.

Non tutti amano indossare cappelli durante l’allenamento sportivo, c’è chi li odia e chi li adora. Dai cappellini classici stile baseball ai beanie, oggi così di tendenza, dai berretti tecnici alle visiere, non sarà difficile trovare l’articolo che faccia al caso nostro.

Oggi il mercato offre un grande assortimento di modelli funzionali e alla moda: c’è spazio per esprimere il nostro stile senza rinunciare alla qualità.

Le migliori cappellini da running


Qual è il migliore cappellino da running?

Quali elementi dobbiamo considerare quando acquistiamo un cappellino da running? Principalmente il periodo dell’anno in cui ci si allena e il materiale in cui è realizzato. Se si corre con il caldo, è fondamentale che il cappello sia realizzato in un tessuto traspirante e leggero che garantisca l’evaporazione del sudore, e da una visiera a protezione dei nostri occhi dai raggi del sole.

Per la corsa a temperature basse la funzione del cappellino sarà quella di proteggerci dal vento, dalla pioggia e dal freddo. Si possono anche utilizzare delle fasce per la protezione di fronte e orecchie, purché non si corra a temperature troppo rigide in quanto la fascia non protegge il capo.

Fondamentale è la scelta della taglia giusta: dimentichiamoci la taglia unica, poiché soltanto un articolo dalla giusta calzata è in grado di assicurare comfort, funzionalità e, soprattutto, non rischia di scivolare via durante la corsa.

Andiamo ora a vedere quali sono, secondo noi, i migliori cappellini da running:

1. Cappellino da running Buff Pro Run

Buff R-Lithe, Cappello Unisex – Adulto, Black,...

Acquista su Amazon

Se stai cercando un cappellino da running che unisca tecnologia e stile, il Pro Run cap di Buff fa al caso tuo. Vediamo alcune caratteristiche che, sommate al prezzo piuttosto contenuto, fanno di questo modello un ottimo articolo per ogni runner:

  • È realizzato interamente in poliestere altamente traspirante, quindi puoi dimenticarti del problema del sudore.
  • La giusta aderenza alla testa è garantita dal cinturino regolabile e dalla fascia di regolazione della taglia.
  • La protezione solare UPF 50 arriva a proteggerti dai raggi ultravioletti fino al 98%.

2. Cappellino da running anti UV Salomon

Salomon Anti-UV XA cap, Cappellino per...

Acquista su Amazon

Vuoi andare sul sicuro acquistando un buon prodotto, affidandoti soltanto alla fama guadagnata dalla casa? Il cappellino con visiera unisex di Salomon, dal look casual adatto a essere indossato anche nella vita di tutti i giorni,  può fare al caso tuo. Ovviamente c’è tanta qualità a motivare la scelta:

  • Il materiale è quello più usato, ossia il poliestere, che garantisce la rapida asciugatura del fastidioso sudore.
  • La tecnologia AdvancedSkin Shield che protegge in caso di vento.
  • La protezione UPF 50, che blocca i dannosi raggi UV ai quali necessariamente si è esposti durante la corsa.

3. Cappellino running Adidas

adidas R96 ClimaLite Headwear, Uomo,...

Acquista su Amazon

Ricorda i cappellini da baseball questo modello di Adidas, particolarmente adatto al tuo caso se stai cercando un articolo altamente funzionale grazie a caratteristiche tipo:

È un acquisto da suggerire, anche a fronte del prezzo piuttosto conveniente e della garanzia che offre Adidas per i suoi prodotti.

  • La calzata perfetta, grazie all’elastan combinato al poliestere che rende il cappello più flessibile.
  • La tecnologia Climalite, che espelle velocemente l’umidità lasciando il tessuto a contatto con la pelle asciutto.
  • La visiera curva, lunga ben 7 centimetri, che protegge gli occhi dai raggi solari.

4. Cappello running con visiera Nike

Nike H86 cap Metal Swoosh, Berretto da Baseball...

Acquista su Amazon

Se cerchi un cappellino dal look classico e minimale, questo modello della Nike potrebbe rispondere alle tue aspettative.

Applicato sul davanti, spicca lo Swoosh, il logo Nike in metallo, che rende originale un capo sostanzialmente semplice. La semplicità del design ben si accorda con le caratteristiche più evidenti:

  • Il design a sei pannelli che assicura sostegno e traspirabilità, fondamentali durante la corsa.
  • La tecnologia Dri-Fit, che mantiene la pelle asciutta anche in caso di sudorazione eccessiva.
  • La chiusura posteriore per adattarlo facilmente della tua taglia.

5. Cappellino da running Under Armour

Under Armour, Men'S Launch Av Cap, Cappellino,...

Acquista su Amazon

Per rompere un po’ gli schemi in fatto di look, basta anche solo cambiare lo stile di un accessorio: il modello stile cappello da baseball di Under Armour ne è un esempio.

È nato per essere parte dell’abbigliamento da usare durante gli allenamenti, ma puoi tranquillamente indossarlo semplicemente per andare a passeggio con un tocco di stile. Stile, appunto, ma non soltanto, com’è giusto che sia, infatti è facile notare i punti di forza di questo articolo:

  •  Il tessuto in cui è realizzato (UA Microthread) offre eccellenti elasticità e ventilazione, elementi imprescindibili come ben sa chi pratica running.
  • La visiera curva che protegge dal sole e la fascia antisudore in materiale Heat Gear contribuiscono a rendere il sudore solo un ricordo lontano.
  • Gli elementi riflettenti sono utili a chi si allena al buio o in condizioni di scarsa visibilità.

6. Cappellino da running Gore

GORE WEAR M Cappellino unisex GORE-TEX , Taglia...

Acquista su Amazon

Avevi programmato di allenarti ma, ahimé, il tempo minaccia pioggia? Nessun problema, basta avere gli accessori giusti, tra i quali non può mancare questo berretto impermeabile di Gore, che ha il suo punto forte proprio nella resistenza all’acqua. Vediamo qualche caratteristica fondamentale nello specifico:

  • La Tecnologia Gore-Tex rende questo modello non solo impermeabile, ma anche traspirante e antivento.
  • Il cinturino per regolare l’ampiezza sul retro è utile per avere una vestibilità perfetta, praticamente su misura.
  • Gli elementi riflettenti ai lati e sulla fronte sono fondamentali per chiunque pratichi sport in condizioni di scarsa luminosità.

7. Cappellino da running Gisdanchz

Gisdanchz Mesh Quick Dry Hat,Womens Running Hat,UV...

Acquista su Amazon

Se sei un runner occasionale o se, semplicemente, cerchi un articolo tenendo conto soprattutto del prezzo, questo modello unisex di Gisdanchz può fare al caso tuo.

È un articolo dal prezzo estremamente conveniente, e questo può essere uno stimolo ad acquistarne più di uno, visto il grande assortimento di colori in cui è disponibile. Seppur economico, assolve a tutte le funzioni base:

  • È traspirante, essendo realizzato in poliestere e mesh, due materiali che assicurano sempre freschezza e ventilazione.
  • Ha una visiera curva di ben 8 centimetri per proteggere dal sole i tuoi occhi.
  • È soprattutto leggero, soltanto 50 grammi, e questo è un punto a favore in tema di comfort.

Stili e modelli dei cappelli da running

cappelli-da-running

Se, durante la corsa, all’improvviso la sensazione di fastidio che proviamo prevale sulla concentrazione sull’attività fisica, probabilmente un cappellino inadeguato può essere la causa di tutto ciò. Un modello inadatto o una taglia sbagliata possono risultare così fastidiosi da influire sulla prestazione.

Esistono diversi modelli di cappelli e, per trovare quello più adatto alle nostre esigenze, dobbiamo tener conto delle diverse tipologie.

Fitted

Indossare un cappellino che sia adatto alle dimensioni della nostra testa è sicuramente l’opzione migliore e più confortevole. Prendere la misura per un cappello è semplice: bisogna misurare la circonferenza della testa appena al di sopra di orecchie e sopracciglia, all’altezza in cui il cappello si andrà a posizionare sulla testa.

Una volta individuata la taglia, sarebbe opportuno provarne anche una più grande e una più piccola, per avere un’ulteriore conferma o meno di aver scelto quella giusta.

Snapback o strapback

È lo stile dei berretti da baseball, che sono dotati nella parte posteriore di un cinturino regolabile (in pelle o in plastica), di un velcro o una banda elastica che servono ad adattare la misura del berretto a quella di chi lo dovrà indossare.

Flexfit

I cappelli Flexfit grazie ad una banda in fibra elastica che si allunga e si contrae, hanno la caratteristica di adattarsi perfettamente al contorno della testa.

Proprio per questa caratteristica si trovano in taglie generiche, come S/M oppure L/XL, proprio perché la loro elasticità li rende adattabili praticamente a ogni morfologia e dimensione del capo.

Beanie

Il beanie è un berretto che può adattarsi ad ogni taglia. Ha una forma allungata che arriva fin sulla nuca, ed è uno dei modelli più trendy del momento.

In caso di utilizzo per fare attività fisica, dovremmo accertarci che non sia troppo largo, poiché potrebbe scivolare giù dalla testa.

Visiera

Diversamente dagli altri cappelli da running, la visiera da running è quel modello che lascia la sommità della testa scoperta, non ha alcun materiale che la protegga.

Indubbiamente, una visiera da corsa protegge gli occhi dai raggi solari ed è più leggera di un capello, ma espone la sommità del capo agli agenti atmosferici.

È particolarmente utile per chi usa raccogliere i capelli in una coda molto alta, il che sarebbe impossibile con un cappello.

Altri elementi da considerare

cappellino-da-running

Materiali

Il materiale in cui è realizzato un cappellino da running è sicuramente l’elemento più importante, se non determinante, da tenere presente quando si cerca un articolo che assicuri il massimo comfort: un capo comodo e funzionale aiuta di sicuro a trarre il meglio da ogni sessione di allenamento.

In questo caso l’obiettivo è quello di realizzare un prodotto che assicuri freschezza e traspirabilità e questo è il motivo per cui molti produttori puntano a realizzare cappellini in tessuto mesh, materiale altamente traspirante.

Il materiale principe, quello maggiormente usato dai produttori è il poliestere. Perché proprio questo tessuto? Quali caratteristiche lo rendono particolarmente adatto allo scopo?

Il poliestere è estremamente traspirante, ha la capacità di espellere l’umidità ed è un tessuto che si asciuga rapidamente, quindi risponde perfettamente alle esigenze dei runner, prima tra tutte quella di proteggersi dal sudore.

Al momento di effettuare un acquisto, è sempre consigliabile toccare il materiale in cui il capo è realizzato prima di comprarlo. Ad esempio, alcuni materiali sono molto rigidi e risultano molto scomodi poiché non si adattano perfettamente alla testa.

Al contrario, altri materiali possono essere estremamente flessibili e ciò potrebbe sembrare un punto a favore. In realtà spesso i cappelli realizzati in questi materiali tendono a spostarsi, a scivolare via, e questo può diventare estremamente irritante.

La via di mezzo più comoda e confortevole è sicuramente rappresentata da un materiale che sia aderente, attillato, quindi realizzato anche con fibre di tessuto elastico. Altri fattori che determinano la scelta del materiale sono la presenza di un fattore di protezione solare contro i raggi ultravioletti e, ovviamente, la buona qualità, visto che un prodotto qualitativamente scarso può iniziare a emanare cattivo odore anche dopo averlo usato poche volte e si deteriora più facilmente.

Qualità

L’ultimo parametro che dovremmo considerare al momento dell’acquisto è il costo. È vero, la qualità ha un prezzo, un cappellino traspirante, prodotto con materiali tecnici e con dettagli funzionali, avrà un prezzo sicuramente più alto di un articolo che, ad esempio, non è in grado di espellere l’umidità o di proteggere dai raggi UV.

Acquistare un buon prodotto equivale a fare un piccolo investimento in termini di esborso economico, ma non bisogna dimenticare però che molte grandi aziende immettono sul mercato articoli non di qualità a fronte di prezzi alti esclusivamente perché sono prodotti di marca.

In questi casi si paga il logo, il nome, il prestigio, più che il valore intrinseco dell’articolo, un prestigio sicuramente guadagnato sul mercato, con la produzione di articoli di alta qualità.

Per questo motivo si raccomanda, prima di andare a controllare il cartellino del prezzo, di valutare attentamente le caratteristiche qualitative del cappellino e di valutare se veramente faccia al caso nostro, prima di spendere tanto per poco o niente.

Accessori

Un elemento di nessun rilievo per molti, ma di grande importanza per altri, è la presenza del logo del produttore sul cappellino. Alcuni runner lo considerano quasi un elemento imprescindibile per l’acquisto, vogliono esibire il possesso di un articolo esclusivo, una sorta di status symbol.

Cercano un capo che mostri un logo evidente, ben visibile, riprodotto più volte sul cappellino,soprattutto nella parte frontale. I produttori conoscono questa esigenza e a volte riproducono il logo anche esagerando con la grandezza o con la quantità.

Il rischio che corrono queste persone è che pur di acquistare un capo con la scritta Nike o Adidas a caratteri cubitali, non si soffermano a controllare l’autenticità del prodotto, con la conseguenza di acquisare un articolo contraffatto.

Di contro, ci sono quei runner che mettono la ricerca della qualità e della funzionalità al primo posto e, in questo caso, non c’è logo che tenga.


Domande frequenti

🧢 È opportuno indossare un cappellino quando si corre?

Un cappellino può proteggere la testa sia dal caldo che dal freddo, dipende dall’ambiente in cui ci si sta allenando, dalle circostanze. Se la temperatura è bassa, vorrai qualcosa che ti tenga al caldo la testa; diversamente, se è alta, cercherai qualcosa che la mantenga fresca e asciutta.

Indossare un cappellino da running quando le temperature sono alte aiuta a espellere il sudore dalla testa, facendolo evaporare. Inoltre impedisce che le gocce di sudore possano arrivare fino agli occhi.

🧢 Cappello e berretto sono la stessa cosa?

Un “cappello” è definito come un “copricapo caratterizzato da una corona che può avere diverse forme e da una tesa che può essere di dimensioni diverse”.

Il berretto è invece descritto come un “copricapo dalla corona di forma non definita e con una visiera”. Diciamo che, dopo aver letto queste due definizioni, la differenza tra i due capi non è per niente più chiara.

🧢 Perché le visiere sono migliori dei cappelli?

Le visiere offrono una ventilazione migliore di quella dei cappelli da running: lasciando la sommità del capo scoperta, viene superato il problema della traspirabilità del cappellino.

Ovviamente le visiere proteggono viso e occhi dai raggi solari e impediscono al sudore di scivolare dalla fronte lungo il viso.