I 7 migliori antifungini per unghie del 2023

La bellezza di mani e piedi non è un mero fatto estetico, o una questione di colore dello smalto, o di manicure e pedicure alla moda, ma parte da più lontano, cioè dal benessere e dalla salute delle nostre unghie.

Anche le nostre unghie infatti possono ammalarsi e denunciare uno stato di carenza alimentare e vitaminica, o problemi di tiroide, oppure un sistema immunitario non perfettamente efficiente.

Tra i disturbi che affliggono le unghie, particolarmente quelle dei piedi, vi è l’onicomicosi, un’infezione causata da un particolare tipo di fungo, che determina un’alterazione dell’aspetto dell’unghia e che, pur rimanendo circoscritta, può richiedere molto tempo e cure per essere debellata.

L’onicomicosi è un fungo che prospera nei luoghi caldi e umidi, come le scarpe chiuse, che non lasciano traspirare il sudore, o troppo strette, che espongono le unghie a pressioni continuate.

Spogliatoi e docce di palestre e piscine, bagni pubblici ad esempio nei campeggi, ma anche le spiagge, e tutti i luoghi dove capita di camminare a piedi nudi e di esporsi all’infezione favoriscono l’insorgere dell’onicomicosi.

L’onicomicosi non si risolve da sola, ma richiede anzitutto una pedicure accurata e la pulizia e la limatura regolare delle unghie, attraverso specifici prodotti antifungini che evitino all’infezione di estendersi in tutta l’unghia, attendendo con pazienza che l’unghia sana ricresca.

Le migliori antifungini per unghie

Qual è il miglior antifungino per unghie?

L’onicomicosi è un disturbo tutto sommato di tipo estetico, che però non va assolutamente trascurato, perché può estendersi, diventare doloroso e soprattutto lungo e difficile da debellare.

Si manifesta con una variazione di colore ed un inspessimento nell’unghia, ed è a questo punto che è bene intervenire, prima che l’infezione possa espandersi e danneggiare tutta l’unghia in profondità, rendendola fragile fino a sbriciolarla, o addirittura estendendosi anche alle altre unghie.

Accanto alla pulizia accurata e costante dell’unghia, l’applicazione di un rimedio antifungino aiuta ad eliminare i batteri, contenendo l’infezione.

Oggi vi sono sul mercato molti trattamenti specifici per la micosi, in soluzione liquida o in smalto medicato, alcuni più invasivi ed altri con ingredienti di tipo naturale. Alcuni di questi prodotti sono a tutti gli effetti dei farmaci, che vanno applicati con costanza sull’unghia dopo la pulizia e la limatura, lasciandoli penetrare in profondità.

Due fattori sono comunque fondamentali per sconfiggere l’onicomicosi:

  • la rapidità di intervento
  • la costanza nella pulizia e nell’applicazione del rimedio antifungino.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori antifungini per unghie:

1. Antifungino per unghie naturale antimicotico con olio di Argan Dr. Nails di Belle Azul

Belle Azul Dr. Nails | Antifungino | Trattamento...

Acquista su Amazon

Una miscela di sostanze naturali quali olio di argan, tea tree oil, chiodi di garofano, aloe vera, rosmarino, eucalipto e melograno compone e arricchisce questa soluzione antifungina, efficace nel riparare le unghie affette da micosi.

Questo prodotto di Belle Azul protegge, nutre, disinfetta e stimola la crescita delle unghie, combattendo l’infezione e ridonando loro un aspetto sano e naturale

Di facile assorbimento, questo prodotto si applica con un contagocce direttamente sull’unghia limata e pulita; applicato con costanza, può portare ai primi visibili segni di miglioramento in due settimane.

La confezione è da 100 ml e include una lima per pulire l’unghia e prepararla al successivo trattamento.


2. Antifungino per unghie antimicotico e preventivo di Dr. Scholl

Scholl Antimicotico Trattamento per Unghie - 3.8...

Acquista su Amazon

Questa soluzione antifungina liquida, scientificamente testata, si è dimostrata molto efficace nel riparare le unghie affette da micosi e nel combattere l’infezione.

Questo prodotto di Dr. Scholl inoltre aiuta nella prevenzione della diffusione e delle recidive, abbassando il Ph dell’unghia e creando così un ambiente sfavorevole alla proliferazione dei funghi.

Se ne consiglia l’uso in caso di unghie affette da deterioramenti non gravi e non persistenti.

Facile da usare, e di solito nel giro delle prime quattro settimane di applicazione costante si vedono i primi segni di miglioramento dell’unghia, che ritorna al colore normale, per poi guarire del tutto e ricrescere nel giro di 9 / 12 mesi.


3. Antifungino per unghie riparatore e antifungino in comodi stick di PTKOONN

Questo prodotto antifungino si caratterizza per la sua comodità e facilità di trasporto e utilizzo.

E’ infatti composto da tre penne contenenti il gel per le unghie, che va applicato ruotando la parte posteriore dello stick per far affluire il liquido desiderato nelle setole del pennello. Asciuga in meno di 10 minuti, senza ungere né lasciare odori.

E’ efficace per le unghie intaccate da infezioni, macchiate, fragili e sfaldate, le rende piú forti e ristrutturate, senza produrre effetti collaterali; ed è particolarmente indicato per rigenerare le unghie, aumentandone la crescita.

Va applicato con costanza almeno tre volte al giorno; ogni penna dura all’incirca una settimana.

Compatto e portatile, è il trattamento ideale da avere sempre con sé durante i viaggi, per poterlo utilizzare sempre e ovunque.

Il tempo richiesto per la guarigione ed eliminazione del fungo è variabile, in quanto dipende da quanto l’unghia è danneggiata, e da quanto tempestivamente si è intervenuti per curarla.


4. Antifungino per unghie riparatore e rinforzante Toenail Fungus di Toulifly

Fungus stop, fungo, trattamento anti Fungus nail...

Acquista su Amazon

Questo prodotto di Toulifly è particolarmente efficace non solo per debellare l’onicomicosi delle unghie, ma anche per rinforzarle, rimuovendone il colore giallo e le macchie, e favorendone la crescita.

Contiene un estratto di erbe molto delicato e gradevolmente profumato. Nutre le ugnhie, ne uniforma il colore, le schiarisce e le protegge.

Le unghie appaiono così più lucenti e rinforzate sin dai primi giorni di trattamento, tenendo sempre presente che il periodo di recupero e guarigione dipende dall’entità del diffondersi del fungo, e dalla tempestività dell’intervento riparatore.

Il prodotto è una tintura che va applicata tre volte al giorno, per un periodo consigliato di almeno 4 settimane; si applica con un pennellino, strofinando la soluzione sulla parte compromessa.


5. Antifungino per unghie naturale all’Olio di Argan concentrato Nails Pro Night di Simon & Tom

Simon&Tom - Nails Pro Night - Ripristina la Salute...

Acquista su Amazon

Questa soluzione concentrata notturna per infezioni e onicomicosi rimuove il colorito giallastro delle unghie riparandole e restituendo loro lucentezza e forza.

La sua formula naturale e non aggressiva non contiene parabeni o ftalati, ma è arricchita con olio antibatterico di Tea Tree, chiodi di gGarofano anti-fungini e olio d’Argan riparatore, che combatte i batteri e disinfetta a fondo l’unghia.

Il prodotto Nails Pro Night di Simon & Tom è molto facile da applicare con il pennello in dotazione ed efficace in quanto i primi risultati sono visibili già dopo le prime 4 settimane di applicazione.


6. Antifungino per unghie trattamento ristrutturante Yoffee Clear di Yoffee

Yoffee Clear Purity Nail | Trattamento Micosi...

Acquista su Amazon

Yoffee Clear è una solizione antifungina composta da agenti antifungini naturali, oli essenziali e estratti fungicidi naturali per risolvere il problema dell’onicomicosi in maniera efficace e clinicamente valida.

Questo prodotto contiene olio di Argan certificato bio e naturale al 100%, Tea Tree Oil, chiodi di garofano, rosmarino, melograno e altri estratti naturali, che si fondono tra loro per creare una soluzione estremamente potente e sicura per poter prevenire i funghi nelle unghie.

La soluzione antimicotica penetra in profondità, rigenera le unghie, previene la proliferazione e diffusione dei funghi, e migliora l’aspetto delle unghie.

I primi risultati apprezzabili sono visibili in 2 – 4 settimane.


7. Antifungino per unghie in spray specifico per il piede d’atleta Anti Fungal di Pinpoxe

Questo trattamento di Pinpoxe è stato specificamente studiato per i disturbi e gli inconvenienti del piede dell’atleta.

Il prodotto spray consente un assorbimento rapido ed una pulizia accurata della pelle, e dona sollievo e protezione contro vesciche, prurito, sudore e cattivi odori, piedi secchi e screpolati, cheratina ruvida, onicomicosi.

E’ adatto a tutti, adulti, anziani e bambini, e soprattutto a chi frequenta regolarmente palestre, piscine, o pratica sport e può incorrere in eccessiva sudorazione del piede e piccole ferite, attraverso le quali è facile l’insinuarsi dei funghi e delle infezioni batteriche.

E’ uno spray antifungino fresco e profumato, che migliora sensibilmente la cute e l’aspetto del piede, evitando il proliferare di parassiti.


L’infezione fungina delle unghie

antifungino-per-unghie

Si tratta di un inconveniente molto spiacevole sia dal punto di vista estetico, che dal punto di vista della salute delle unghie, in quanto può arrivare a provocare dolore e ostacolo a indossare le scarpe o addirittura a camminare.

La possibilità di un’infezione alle unghie di essere risolta con successo dipende molto dalla tempestività con cui si è intervenuti a curarla.

Cos’è l’infezione fungina delle unghie?

Le infezioni fungine delle unghie, pur potendo interessare qualunque unghia, molto spesso colpiscono le unghie dei piedi, a causa delle condizioni di umidità in cui i piedi si trovano, condizioni che possono favorire l’ingresso delle spore fungine. Queste si insinuano tra l’unghia e la pelle, fin sotto l’unghia e corrodono la cheratina, a volte facendo anche sollevare il letto ungueale.

Altre volte le infezioni fungine delle unghie possono essere provocate da altri tipi di funghi, generalmente lieviti, che tendono ad attaccare le unghie già danneggiate perché già compromesse e indebolite.

Come si contrae un’infezione alle unghie?

L’ infezione alle unghie è altamente contagiosa e prospera in condizioni di umidità. Principalmente si può contrarre:

  • Camminando scalzi in luoghi come piscine comuni, docce, palestre e spogliatoi
  • Non avendo cura della propria igiene
  • Non asciugando con cura le dita dei piedi
  • Indossando scarpe strette o di scarsa qualità che non consentono una adeguata traspirazione del piede
  • Avendo il cosiddetto piede d’atleta, o comunque un’unghia già danneggiata, che può fare da veicolo per l’infezione, aumentando il rischio di contrarla e di farla diffondere

Le infezioni fungine delle unghie si verificano indifferentemente sia sulle unghie delle mani che su quelle dei piedi?

Le infezioni fungine sono molto più frequenti nelle unghie dei piedi, in quanto le unghie dei piedi sono più esposte, più vulnerabili (spogliatoi, piscina, palestra) e più soggette a stare condizioni di umidità (scarpe strette, chiuse, ecc.).

L’infezione può comparire su qualsiasi parte dell’unghia, ma di solito si verifica sotto la lamina ungueale cioè sul cosiddetto letto ungueale, ed appare come un leggero scolorimento o ingiallimento sulla punta dell’unghia, che poi intacca via via il letto ungueale e si diffonde in profondità, ispessendo e sbriciolando l’unghia.

Quali sono i soggetti maggiormente a rischio di unghie fungine?

Belle Azul Dr. Nails Kit 3 in 1 | Antifungino per...

Di solito questo tipo di infezioni si riscontra più facilmente in persone anziane, in coloro che hanno un sistema immunitario compromesso, nei diabetici o in chi soffre di disturbi e problemi di microcircolazione o connessi a una cattiva circolazione.

Che aspetto ha l’unghia fungina?

Di solito, l’onicomicosi esordisce con una specie di striscia giallognola sul bordo dell’unghia, sotto la punta, che via via si estende dalla punta alla base, per tutta la lunghezza dell’unghia.

L’unghia diventa più spessa e nello stesso tempo fragile e scolorita, fino ad arrivare a distorcersi o sollevarsi.

Per questo motivo può sbriciolarsi o staccarsi dall’epidermide.

Se il fungo è particolarmente aggressivo, si può infettare anche la pelle circostante, che può screpolarsi e dare un fastidioso prurito, anche tra le dita dei piedi.

È importante a questo punto intervenire non appena si notano i primi sintomi, che – se trascurati – potrebbero dar luogo all’estensione del fungo ad altre unghie, richiedendo ancora maggior tempo per la definitiva guarigione.

Come può essere trattata l’onicomicosi?

Curare un’unghia attaccata da un fungo è quasi sempre una questione di tempo e pazienza, in quanto potrebbero occorrere mesi per guarire, soprattutto perché la vera guarigione avviene quando l’unghia nuova ricresce.

Possono quindi essere necessari da sei mesi a un anno dopo la fine del trattamento, prima che l’unghia ricresca sana e riappaia ricostituita e normale, visto che mediamente l’unghia cresce di uno o due millimetri al mese.

Per trattare l’unghia ammalata è sempre bene rivolgersi ad uno specialista (farmacista o medico, a seconda della gravità del problema e della persistenza) anche per avere un valido consiglio su quale trattamento usare.

Nel caso si abbia il diabete e si sviluppi un’infezione fungina delle unghie, è bene rivolgersi subito ad uno specialista, poiché le persone con diabete hanno un rischio maggiore di problemi ai piedi e un’infezione trascurata può rivelarsi deleteria.

Come trattare le onicomicosi?

antifungino

I trattamenti per eliminare i funghi nelle unghie possono essere diversi, e ci si può rivolgere in farmacia o al proprio medico di famiglia.

Si può optare per:

  • creme o smalti per unghie antifungini, che vengono applicati direttamente sull’unghia per diversi mesi e sono tanto più efficaci in quanto l’infezione si trova a uno stadio iniziale. In genere questo trattamento non è considerato efficace al 100 % perché se l’infezione si è estesa in profondità, può essere difficile per la crema o lo smalto raggiungere gli strati profondi dell’unghia. Sono comunque prodotti disponibili al banco, scelti perché non presentano controindicazioni.
  • Kit per ammorbidire le unghie, dove si applica una pasta su tutta la zona infettata, che viene poi fasciata con un cerotto per 24 ore. Il giorno successivo, la pasta viene lavata via e l’unghia ammorbidita viene delicatamente raschiata via. Questo processo deve essere ripetuto ogni giorno per due o tre settimane. Quando non è più possibile rimuovere l’unghia infetta, viene applicata uno smalto antimicotico per prevenire una nuova infezione man mano che l’unghia cresce nei mesi successivi. Questi kit sono disponibili presso le farmacie.
  • Compresse e/o farmaci antifungini, disponibili solo su prescrizione medica e che devono essere assunti per diverso tempo, per poter ottenere una remissione completa dell’infezione. Trattandosi di veri e propri farmaci, potrebbero non essere adatti a tutti, per via degli effetti collaterali che si possono manifestare. In questi casi, è sempre necessario consultare il proprio medico prima di assumere un qualunque prodotto.
  • Trattamento laser a luce ad alta energia, che viene utilizzato per eliminare il fungo. Questo trattamento può essere costoso in quanto potrebbe dover essere ripetuto più volte e, poiché non è mutuabile attraverso il Sistema del Servizio Sanitario Nazionale, deve essere pagato privatamente.

Cosa si può fare per aiutare a prevenire i funghi delle unghie?

  • Mantenere la massima igiene dei piedi e accorciare regolarmente le unghie, limandole o comunque tagliandole in maniera diritta è un buon punto di partenza, facendo sempre attenzione che gli strumenti che usiamo siano perfettamente igienizzati e disinfettati. Rammentiamo che le unghie corte sono più semplici da tenere pulite, e veicolano meno lo sporco
  • Facciamo attenzione agli inconvenienti tipici del piede d’atleta nella pelle tra le dita dei piedi, e se necessario trattiamolo con una crema antimicotica perché l’infezione può rapidamente trasmettersi alle unghie
  • Manteniamo i piedi più aerati possibile, indossando calzature comode e di buona qualità, quindi non troppo strette, né fatte con materiali scadenti, che possono creare quegli ambienti caldi e umidi in cui i funghi possono riprodursi con facilità
  • Eliminiamo le scarpe vecchie, specialmente le scarpe da ginnastica usurate
  • Indossiamo calze di cotone o in fibre naturali, cambiandole spesso e regolarmente
  • Usiamo asciugamani e biancheria personale, evitando di scambiarli con altre persone
  • Evitiamo di camminare a piedi nudi negli spazi pubblici, piscine, spogliatoi, docce pubbliche, camping; indossiamo sempre infradito o sandali protettivi per evitare contaminazioni e batteri
  • Non utilizzare gli stessi accessori o strumenti che utilizziamo per l’unghia infetta sulle altre unghie sane: l’attrezzo potrebbe essere veicolo per l’infezione
  • Lavarsi sempre accuratamente le mani dopo aver applicato un trattamento antifungino, sterilizzare o igienizzare gli strumenti eventualmente utilizzati e utilizzare sempre un asciugamano a parte

Domande Frequenti

🦶 Come eliminare velocemente il fungo delle unghie?

La cosa migliore per eliminare il fungo del piede e dell’unghia è intervenire rapidamente prima che si estenda. I trattamenti a lungo termine sono spesso i migliori per eliminare il fungo dell’unghia del piede una volta che si è sviluppato più in profondità nell’unghia; di solito il tempo di risoluzione del problema aumenta man mano che si trascurano i primi segnali di infezione.

🦶 Il trattamento antifungino per le unghie funziona?

Circa il 60-80% delle infezioni fungine delle unghie guarisce in seguito all’applicazione di un prodotto o trattamento antifungino, anche se il tempo che occorre perché l’unghia si ristabilisca completamente può arrivare anche a un periodo ricompreso tra i 6 e i 18 mesi, e anche se in alcuni casi l’unghia potrebbe comunque non tornare ad avere lo stesso aspetto di prima dell’infezione.

🦶 Come si risolve il fungo dell’unghia del piede?

Per combattere un’infezione fungina delle unghie allo stadio iniziale ci si può rivolgere al proprio farmacista, che ci può essere suggerita una specifica crema antifungina per unghie; questa però, oltre a poter richiedere un tempo molto lungo per il trattamento (fino a 12 mesi) non sempre può essere sufficiente o efficace.

Un metodo efficace è la crema ammorbidente per unghie, da utilizzare per un paio di settimane: si applica con costanza sull’unghia infetta, e quando questa è ammorbidita, si può raschiare e continuare fino a quando l’unghia sana non ricresce completamente.

🦶 Come si fa a capire quando il fungo è debellato?

Il segno della guarigione è dato dall’unghia che man mano ricresce. Se l’unghia ricresce perfettamente sana, se ha ripreso il colore abituale e se è morbida e piena e non secca e sfaldata, significa che il fungo è debellato e l’unghia è guarita. Però, siccome potrebbero presentarsi nuovamente recidive, è bene sorvegliare le unghie ed essere pronti a intervenire tempestivamente in caso di sintomi.