Italiani in America

Nazareno Fonticoli e Gaetano Savini

di Generoso D'Agnese

Tutto iniziò nel 1945. Tutto iniziò a Roma grazie a Nazareno Fonticoli, talentoso sarto abruzzese, e Gaetano Savini, estroso designer romano.

Da bambino, Fonticoli, mentre frequentava le elementari, aveva cucito pantaloni a cottimo, al ritmo di uno al giorno, per aiutare la famiglia. Emigrato a Roma, era diventato maestro tagliatore da Satos, un negozio della romana via Del Corso, negozio nel quale Savini si occupava delle vendite e dei rapporti con i clienti.

Insieme, nel 1945, decisero di aprire laboratorio di sartoria per uomo in via Barberini e gli diedero il nome di  Brioni, dal nome dell'isola dalmata sinonimo d'eleganza, di dolce vivere, di dandismo.

Il successo arrise subito. Lo sbarco a Cinecittà delle grandi produzioni americane, la conquista da parte di Roma del primato come centro di influenza sartoriale a livello mondiale (secondo i più autorevoli giornali Roma prese il posto di Londra come mecca per chi voleva ben vestire) la nascita delle prime sfilate di moda assolutamente italiane videro gli abiti di Brioni accanto a quelli di Simonetta, delle sorelle Fontana, di Germana Marucelli, di Jole Veneziani, di Noberasco, di Schuberth, di Carosa. Ovvero il gotha del design e della produzione sartoriale italiana.

A Palazzo Pitti  Brioni confermò il successo mettendo in passerella la prima collezione Uomo e mettendo il sigillo sulla propria linea produttiva. Divenuta pioniera del made in Italy, l'azienda di Fonticoli e Savini non passò inosservata agli occhi attenti dei  "buyers" americani. B. Altman Co sulla Quinta Avenue di New York decise di esporre nelle sue vetrine gli smoking in shantung di Brioni.

In 50 anni, Brioni, come sartoria e come Brioni Roman Style, ha sfilato  400 volte in 48 paesi del mondo. Definita da Life, 1955  come il "Dior degli uomini", osannata dal New York Times come inventore di un "new look maschile" dal Boston Herald, come  capofila di un "secondo Rinascimento italiano", l'azienda Brioni Roman Style ha fondato nel piccolo centro di  Penne una scuola di taglio con corsi quadriennali per la formazione di maestri sarti.In tempi di progressiva perdita della memoria sartoriale italiana, quella di Fonticoli e Savini fu una grande scommessa, in denaro e in idee : si trattava di impostare infatti una scuola che, recuperando una tradizione, tenesse conto anche dell'ormai ventennale cultura d'impresa della Brioni Roman Style .

Gli abiti Brioni nel tempo arrivarono ad "accorciare" il tempo di costruzione di un singolo abito, a venti ore di lavoro, contro   una media di 2 ore e mezza -3 ore delle industrie di confezioni. Il semplice paragone di questi numeri spiega da solo il valore aggiunto di vestito prodotto da Brioni che nel 1988 ottenne  il Premio Pitti, per il contributo allo sviluppo della moda italiana nel mondo.

Oggi il Gruppo Brioni, formato da otto stabilimenti , impiega 1700 addetti. Hollywood acquista a man bassa nelle collezioni di abiti maschili dell'azienda italiana. Se negli anni passati gli abiti venivano confezionati per attori del calibro di Clark Gable, John Wayne, Henry Fonda, Robert Wagner, per musicisti come Severino Gazzelloni o uomini politici quali Nelson Mandela, oggi è in "James Bond" che l'azienda riflette il proprio talento. I protagonisti di 007 negli anni hanno sempre usufruito dell'eleganza italiana  aiutando con il proprio nome a consolidare il fatturato sulla media di 105 milioni di euro con un margine operativo oltre 23 milionidi euro.

Nel 2002 Brioni Donna ha inaugurato le proprie boutique a Milano, in via del Gesù, e a Roma . Nello stesso anno il marchio è sbarcato a New York tra la 67esima e la 57esima Strada mentre al Salone di Dusseldorf  l'azienda è stata insignita dell'European Fashion Diamond,.

Oggi l'export di Brioni è rappresenta l'80  per cento del fatturato e sono proprio gli Stati Uniti il primo mercato di un marchio da sempre  all'avanguardia del "su misura" industriale. Che ancora oggi immagina i vestiti cuciti a mano da artigiani di grande abilità e pazienza.