“Io, loro e Lara” di Carlo Verdone/Missionario in famiglia

di S.L.

Carlo (Carlo Verdone) è un prete missionario in Africa che teme di aver perso la fede. Decide così di far rientro a Roma per consultarsi con il clero che gli consiglia una "pausa di riflessione" in famiglia. La famiglia di Carlo però non è una famiglia in cui riflettere venga facile: il padre (Sergio Fiorentini) si è appena risposato con una -più- giovane slava, la sorella (Anna Bonaiuto) è una psicologa un po' troppo stressata e con una figlia adolescente a carico, il fratello (Marco Giallini) è un cocainomane incallito. A questo quadretto familiare va ad aggiungersi lei, Lara (Laura Chiatti), figlia super sexy della nuova matrigna che sembra promettere tutto tranne che bene. Angela Finocchiaro nel cast.

Verdone è sempre Verdone. Il registro della commedia è quello che conosciamo bene salvo che questa volta non lo vediamo amoreggiare per via degli abiti talari. Il primo tempo del film propone spunti interessanti ma nella coralità del suo insieme qualcosa nella sceneggiatura s'inceppa e Verdone, per quanto bravo, non riesce da solo a tenere alti i toni di tutte le scene. La risata, dove in passato nasceva spontanea, viene abortita quando ci si accorge che è scontata. Il finale è di un buonismo difficile da perdonare anche a un attore-regista amato come Verdone. E la scelta del cast, eccezion fatta per la Finocchiaro a cui purtroppo è affidata una parte marginale, ha contribuito alle sorti del film. Una per tutti la Chiatti che qui recita peggio di come Moccia (Ho voglia di te di Luis Prieto) ci avesse abituati. Non era Natale quando il film è uscito nelle sale italiane, ma si sentono forti gli echi dei cine-panettoni da sfornare al cadere dell'anno.

Io, loro e Lara (Me, them and Lara) di Carlo Verdone sabato 5 giugno alle 9:10 e mercoledì 9 giugno alle 4