“Prove per una tragedia siciliana” di Roman Paska/Viaggio nella memoria di un popolo

di L.R.

Un documentario scritto a quattro mani da John Turturro, attore e regista newyorchese di origine siciliana e Roman Paska, che vuole essere un viaggio nella Sicilia, terra da dove partirono gli antenati di Turturro, ma anche un'esplorazione nelle tradizioni storiche dell'Isola.
Turturro approda nelle strade del capoluogo siciliano alla ricerca della casa della nonna. Ne nasce un viaggio che ha come filo conduttore i racconti di Mimmo Cuticchio, famoso "puparo" siciliano,  che insegna a Turturro alcune delle tecniche della sua arte
Insieme a Turturro, alcuni dei volti noti del mondo artistico dell'isola: lo scrittore Andrea Camilleri, l'attrice Donatella Finocchiaro, l'attore Vincenzo Pirrotta e il musicologo Gioacchino Lanza Tomasi che parlano dell'elemento della tragedia in Sicilia, sia nella sua tradizione storica che nella vita di tutti i giorni.

Così, l'elemento personale, la ricerca delle proprie origini, lascia spazio a quello corale senza mai scivolare nello stereotipo troppo facile di una Sicilia da cartolina o da clichè ormai ben noti.
Presentato fuori concorso all'ultima Mostra del cinema di Venezia "Prove per una tragedia siciliana", va al di là dell'essere un documentario senza pretese, cosi come forse lo avevano immaginato i suoi stessi autori.
Le testimonianze raccolte, la fotografia ora sobria ora intensa, le musiche di Giovanni Collima  ne fanno un lavoro ben curato e mai banale che trascende la soggettività personale per diventare lezione universale. E lo diventa nel ritenere la tradizione la memoria storica di un popolo e l'elemento che identifica ognuno di noi.

Prove per una tragedia siciliana di Roman Paska Domenica 6 Giugno alle 3 :30 pm e Mercoledì 9 Giugno alle 6:30 pm