INCONTRO CON ORNELLA FADO, CONDUTTRICE DI UN PROGRAMMA TV DI SUCCESSO/Brindando al cibo italiano in America

di Liliana Rosano

La cucina italiana in America non è più solo quella degli spaghetti meat balls e delle zuppe contadine.

Cambia la società e cambiano anche i costumi. E il cibo prima di tutto.
All'evoluzione del cibo e dell'Italian lifestyle ma soprattutto alla nuova emigrazione negli Stati Uniti è dedicato il programma "Brindiamo", condotto da Ornella Fado ogni giovedì alle 22.30 su New York City Tv life (channel 25), il canale televisivo di New York che ha appena lanciato il suo nuovo logo lo scorso lunedì a Times Square,  alla presenza del sindaco Michael Bloomberg.
Ornella, "ambasciatrice" della cibo italiano a New York, ci racconta del suo sogno americano e da dove nasce questo programma, di cui lei è produttrice ed ideatrice.
Da quasi venti anni in America, Ornella ha iniziato nel mondo dello spettacolo italiano come ballerina e show girl in giro per i teatri.
L'idea del programma è nata pensando che l'immagine dell'Italia è inevitabilmente legata soprattutto al cibo, oltre che alla moda e a un certo stile,  e che certi stereotipi da tempo radicati nella cultura americana sono ormai superati.

Cosi 5 anni fa nasce "Brindiamo", un programma fatto in location che porta Ornella in giro per i ristoranti italiani di New York a fare conoscere al suo pubblico il meglio del cibo italiano, quella nouvelle cuisine che nasce dalle migliori scuole di cucina e forma chef raffinati in giro per il mondo.

"Per anni il cibo italiano in America è stato rappresentato da una cucina tradizionale legata all'emigrazione italiana, soprattutto a quella del Sud. Un cibo carico di nostalgia, di vecchie ricette e di sapori antichi. Oggi quella cucina, anche se pur sempre integrata nella famiglie di origine italiana, è stata sostituita da una cucina più fusion e più moderna, che non trascura l'autenticità e l'unicità del gusto italiano".

"Brindiamo" è un programma pensato per un pubblico non solo italiano o italo americano ma internazionale. Da qui la scelta di usare la lingua inglese anche se nel primo periodo la conduzione era in italiano.
"Mi sono resa conto- spiega Ornella- che usando l'italiano come lingua mi perdeva una fetta importante di telespettatori. Il mio programma  usa il link del cibo come strumento per esplorare il nuovo stile di vita degli italiani che vivono in Usa. Si tratta dei giovani emigrati, gente colta ed istruita che porta avanti un'immagine fresca e dinamica del Belpaese."

Da Ornella scopriamo a sorpresa che tra gli aficionados del programma ci sono soprattutto gli afro-americani.
"Perché dice Ornella sono loro ad essere in questo momento più esposti alla cultura italiana, dopo che negli anni passati la nostra cultura ha avuto un impatto molto forte sulla società americana white e di origine europea".
Non solo cibo, Ornella ci parla anche dei trend più in voga a New York e degli italiani di successo che vivono o approdano nella Grande Mela. Un'immagine quella degli italiani che dopo anni di discriminazione è cambiata e continua a cambiare. Complice la moda e quell'italian touch che oggi più che mai è sempre in voga
Non mancano poi i servizi dall'Italia che portano il pubblico direttamente nei centri dove nasce la cultura e il cibo italiano.

Infine chiediamo ad Ornella se per anche lei, calabrese di origine e romana di adozione, protagonista della nuova emigrazione, ha un sogno americano da raccontare.
Soddisfatta e contenta della sua carriera, non poteva raggiungere il successo che ha raggiunto se non in questa terra.
"L'America resta la terra delle grandi opportunità- chiosa Ornella. Io ho creduto sempre in questo mio progetto e su questo ho investito tutte le mie energie. Ci ho creduto io ma in me ha creduto questo paese, che sento ogni giorno più mio e che ha investito sulle mie idee".