SPECIALE/EVENTI/C’è la crisi? Allora punto e a capo

di Greta Valigi

E' stato un evento tutto all'insegna dell'ottimismo quello che si è tenuto lunedì scorso a New York nella splendida cornice dell'Hotel Mandarin Oriental al Columbus Circle.
La prestigiosa location ha infatti ospitato la presentazione delle linee guida ideate da Moda In - Tessuti & Accessori, sezione di Milano Unica, il salone del tessile che ogni anno viene allestito nella capitale italiana della moda, per la stagione primavera/estate 2011.

"This season means ‘Full stop and paragraph'"; con queste parole Angelo Uslenghi, capo della Commissione Stile di Moda In, ha introdotto i nuovi trend per una stagione che si presenta come un vero e proprio "punto e a capo" dal buio della crisi economica. L'ispirazione sembra suggerita dalla crisi stessa: "Abbiamo vissuto in una realtà troppo virtuale. È tempo di tornare alla normalità"; l'eccesso di economia virtuale rispetto all'economia reale avrebbe influenzato a tal punto il nostro modo di vivere da farci perdere il senso della normalità e del bello delle cose reali, tangibili. In questo senso la filosofia delle collezioni si rivela nell'idea di un nuovo inizio accompagnato dalla riscoperta degli aspetti pratici di un ritrovato stile di vita semplice, senza però trascurare l'amore e l'attenzione per la qualità e il dettaglio tipici dello stile Made in Italy.

Uslenghi ha poi illustrato i quattri temi della stagione intitolati "For the Better", "For Fun", "Full Bloom" e "Full Sun" traducibili nei concetti di praticità, umorismo, risveglio ed energia. Tessuti basici ma al tempo stesso vissuti, usurati, sbiaditi, colorati da tinte pastello e stampe tie & die per uno stile urban chic che ci fa muovere in città con praticità e nonchalance. Il viaggiare è all'insegna del comfort e dell'essenziaità; cotone e denim distrutto vengono accostati a motivi retrò come stampe antiquate di mappe e animali esotici. Le fantasie riprendono piccoli motivi geometrici e colori tono su tono sulle cravatte da uomo. Ampio uso di materiali tecnologici come vinili trasparenti ed eco pellami dalle superfici simili a pelle d'elefante. Queste le caratteristiche del primo tema, "For the Better".

Il sense of humor è invece l'elemento chiave di "For Fun". Tratti di pennarello e collage di ritagli coloratissimi quasi infantili si trovano in netto contrasto con il gioco malizioso e seducente di guepierre realizzate in materiali bi elastici; tulle e fiocchetti ricreano una certa atmosfera boudoir. Ritornano gli sport da tempo libero, piacevoli e non competitivi come la vela; perciò colori e motivi nautici tipo bandiere, reti e cordoni. La collezione "Full Bloom" parla del risveglio della natura floreale. I colori sono intensi, e avvolgenti, mentre le immagini di distese di campi fioriti e giardini orientali, riportano la mente a visioni rilassanti e zen. Le trame tessili diventano grezze, ruvide, ricordano intrecci vegetali, mentre le stampe si traducono in motivi indiani e arabeschi, piccole fantasie floreali e paisley.

La forza energetica del sole è il tema di "Full Sun". Chiaramente i colori assumono tonalità sgargianti e l'ispirazione arriva da culture tribali. Lino, raffia, juta e tessuti che sembrano bruciati al sole accostati a disegni naive e ricami con inserimenti di schegge di legno e sughero, mentre stampe che ricreano effetti ottici tipo miraggi appaiono su tele di seta cruda; presenti camouflage di fantasie animalier e tracce di polveri di pietre dure come il  lapislazzuli. I temi della stagione erano inoltre stati riassunti visivamente su quattro "trend directions boars", pannelli dove esempi di tessuti e materiali ricreavano composizioni coloratissime.

All'evento di lunedì è intervenuto anche Alberto Ielmini, presidente di Moda In, per aggiungere che una serata speciale accompagnerà la decima edizione di Moda In - Milano Unica, che si svolgerà a Milano dal 16 al 17 febbraio 2010; il balletto dal repertorio classico "Il Don Quischiotte" andrà in scena al Teatro della Scala, esclusivamente per i clienti e gli espositori. Il ricavato dell'evento, sarà devoluto a favore della ricostruzione di una scuola dell`Aquila, distrutta dal terremoto.

Anche questa manifestazione a New York  è stata patrocinata dall'ICE, sempre pronto a supportare il prodotto italiano all'estero. Aniello Musella, Direttore Esecutivo per gli Stati Uniti, ha sottolineato che in un momento tanto drammatico per l'economia, "continueremo a promuovere la qualità e l'abilità manifatturiera italiana, esposte a Milano Unica".