Suny Stony Brook e La Valle spingono il Green Business

di Jenny Bibezic e Giuseppe Poderati

L'Advanced Energy Research and Technology Center (AERTC) ha organizzato, lo scorso 18 e 19 Novembre all'Hyatt Regency Hotel di Hauppauge (Long Island), la terza conferenza annuale su quello che oggi è il fenomeno dello sfruttamento delle energie rinnovabili e del cosiddetto green business.

Alla conferenza hanno partecipato personalità di grande spessore come il dott. Yacov Shamash (Vice Presidente del Dipartimento di Sviluppo Economico e Preside del College of Engeneering and Applied Sciences presso la Suny Stony Brook), Robert Catell (Presidente dell'AERTC), dott. John E. Kelly III (IBM senior Vice Presidente e Direttore di IBM Research) e Ken La Valle, Senatore dello Stato di New York.

La Conferenza è stata organizzata su cinque tematiche parallele (Energy Policy, Bio Energy, Smart Networks, Geothermal e Innovation in Science and Technology) con 35 sessioni differenti che hanno visto come protagonisti 188 speakers che rappresentano 35 differenti istituzioni accademiche di ricerca operanti su tutto il territorio statunitense. Come ha rilasciato il dott. Yacov Shamash, "la Conferenza ha avuto un carattere ‘multidisciplinare', in quanto si è discusso su numerose questioni, non solo tecnologiche, ma anche politiche sia a livello dello Stato federale che a livello prettamente nazionale."

"I contenuti della Conferenza si sono concentrati in modo particolare sugli aspetti della catena di produzione e di trasmissione energetica, nonché della sua distribuzione dal produttore al consumatore," ha affermato Robert Catell, ex direttore della National Grid ed ora Presidente del AERTC Center. L'evento è stato per gli esperti del settore un'opportunità per svolgere una riflessione sull'attuale situazione di sviluppo e su quali debbano essere gli obiettivi futuri sia sotto il profilo economico che, in modo particolare, sotto il profilo ambientale.

"Ogni hanno l'AERTC attira l'attenzione degli esperti per incoraggiare l'approccio collaborativo che è cruciale per potere affrontare la sfida delle risorse energetiche attuali," ha ricordato il Dott. John E. Kelly III ed, iparticolare, "IBM sta concentrando la sua attività di ricerca sulla creazione di tecnologie intelligenti per ridurre il consumo di energia e le emissioni di carbonio delle reti elettriche, nonché la congestione del traffico."

Con l’aumento del consumo energetico e con le sfide che arrivano dalla questione della sicurezza globale, le infrastrutture che riguardano la reti elettriche degli Stati Uniti d’America sono ormai da ristrutturare. Il dott. Shamash ha notato come tutta la classe manageriale del settore energetico (NYSTAR, NYSERDA, NYS, NYISO) era presente nella platea e "questo è un segno positivo perché loro tutti insieme non si erano mai incontrati in un gruppo ed invece con tutto il nostro stupore erano tutti presenti."

Un grande ruolo è stato ricoperto dal Senatore Ken La Valle, il quale è stato in grado di assicurare ben 35 milioni di dollari per la creazione dell’Advanced Energy Center. "La Conferenza è stata una sorta di ‘marketplace’ dove scambiare le idee e comprendere come ciascuno dei membri della società civile possa prendere parte come partner a questo grande quanto importante cambiamento. La chiave del ventunesimo secolo è quella che ora dobbiamo cominciare a fare i cambiamenti che abbiamo bisogno di fare e per questo è necessario lavorare tutti insieme" ha affermato La Valle.

Recentemente il dibattito attuale è stato caratterizzato più da argomenti superficiali che sostanziali di cui invece si sente la necessità. Ad esempio, particolare attenzione dovrebbe essere rivolta a dove devono essere collocate le pale eoliche e come gli utenti residenziali debbano affrontare le spese per l’istallazione delle infrastrutture fotovoltaiche e solari.

Altresì, lo US Department of Energy, oltre al finanziare alcuni dei progetti riguardanti i biofuels, ha creato due local facilities come l’Energy Frontier Research Centers per lo stoccaggio di batterie ed il Brookhaven National Lab Center per lo sviluppo dei superconduttori. "Entrambi i centri sono molto funzionali e di fondamentale importanza per l’espansione della Smart Grid, ossia la rete elettrica dotata di smart technology" come ha detto il dott. Shamash.

Ed in questa prospettiva, aggiunge ancora il dott. Shamash "la partnerships che abbiamo realizzato con le industrie, laboratori di ricerca, università ed altre utilities deve essere rafforzata non unicamente da una collaborazione di tipo istituzionale, ma anche da una di tipo regionale. Poiché qui abbiamo infrastrutture che in altre parti del Paese non ci sono e viceversa. Dunque, la Smart Grid deve essere operativa a livello nazionale".

Dal punto di vista dello sviluppo economico, il Senatore La Valle sottolinea come "l’Energy Center investirà in un business che sarà orientato alla creazione di green jobs, green Energy, green building e green cars. Infatti, questo sarà il nostro futuro."

"Per la prima volta dopo tanto tempo, la società civile sembra essere impegnata nel risolvere le questioni energetiche e riconoscere lo stretto legame tra l’energia e l’ambiente", afferma Catell. L’impressione è che dobbiamo lavorare uniti mano nella mano per la realizzazione di una politica relativa allo sviluppo sostenibile al fine di creare delle condizioni di vita migliori per le generazioni future."