ARTE / Terremoto: litografie per rinascere

Generoso d'Agnese

Quattro litografie. Da guardare sul suo sito e da scegliere per piacere o per ricordare le proprie origini familiari. O per contribuire con un piccolo gesto alla ricostruzione dell'Abruzzo. L'idea di Meo Carbone è semplice e pratica. Il pittore italiano ha infatti messo in vendita quattro soggetti litografici aventi per tema l'emigrazione e il ricavato sarà devoluto all'Associazione Nuova Acropoli che all'Aquila ha vissuto la singolare e tragica situazione di essere vittima e soccorritrice allo stesso modo.

L'Associazione ha infatti tra le sue prerogative quella degli interventi di protezione civile e il nome di Nuova Acropoli ha accompagnato tanti interventi di soccorso: dal Molise alla Thailandia, dall'Umbria all'Indonesia. Eppure in questo sisma i ragazzi dell'associazione hanno perso la loro sede aquilana e il responsabile nazionale della sezione di protezione civile, morto insieme alla figlia e con altri 3 membri del sodalizio. Ora i membri delle altre sezioni sono accorse in aiuto ai loro associati sfortunati e nel parcheggio antistante l'industria Alenia Spazio hanno allestito un campo di 180 posti. E' a loro che Meo Carbone vuole far giungere i soldi ricavati dalla vendita delle litografie.

Per un progetto concreto che riguarda l'acquisto di un gruppo elettrogeno e di altro materiale utile a ospitare dignitosamente gli sfollati del campo. Meo Carbone ha un lungo "feeling" con l'emigrazione. Nato a Minervino Murge, e diplomatosi all'Accademia di Belle Arti nel 1971 ha realizzato la sua prima mostra a Roma. Nel 1975 è invitato alla 10 Quadriennale di Roma intitolata "The New Generation" a cui seguì la segnalazione dello storico professor Giulio Carlo Argan per un anno accademico a Parigi. Nel 1977 si trasferì a Los Angeles e partecipò a una mostra collettiva al "Los Angeles County Museum of Modern Art". Il 1989 lo vide di nuovo negli Stati Uniti.

Attratto dalla cultura dei Nativi Americani diede vita a"Deities", una serie di sculture-totem presentate nel 1992 dal professore Paolo Portoghesi, in occasione del cinquecentesimo anniversario della scoperta dell'America.

Il suo nome si è legato ancora una volta agli Stati Uniti con la mostra itinerante "The Dream: per non dimenticare", nella quale vengono proposti documenti, fotografie, stampe e immagini della dolorosa epopea migrante italiana negli Stati Uniti.
Chiunque volesse partecipare a questa iniziativa potrà contattare l'artista alla seguente mail: meocarbone@hotmail.com. I lavori di Carbone potranno essere visionati anche sul sito www.meocarbone.com. Il ricavato della vendita verrà rendicontato con un comunicato alla stampa sia dall'artista che dall'associazione Nuova Acropoli.