Conquistata dalla sua infaticabile energia

di Gabriella Patti

Vorrei salutare dalle pagine di America Oggi John Cappelli, che per me è legato soprattutto ai miei anni americani. All'inizio lui era troppo americano e io troppo italiana per comprenderci. Ma la sua infaticabile energia e il suo perenne entusiasmo per il lavoro giornalistico mi hanno conquistato. E non lo dimenticherò mai. Non tanto tempo fa mi aveva scritto un'email per complimentarsi su qualcosa che avevo scritto e che lui condivideva, sempre con quel suo modo effervescente di scrivere e con quel suo tocco particolare di gentilezza. Immediatamente mi sono accorta di quanto quegli anni del "Progresso" fossero ancora vivi in me e quanto mi facesse piacere sentire le sue parole. Grazie John anche di questo.