SPETTACOLO/Olimpiadi della musica

di Giuseppe Greco

La IBLA Foundation ha recentemente presentato i vincitori dell’IBLA Grand Prize a New York City. Il primo concerto si è tenuto all’Union League Club lo scorso 5 dicembre per l’Italian Legions of Merit dove si sono esibiti il soprano Yana Eminova Besiadinskaya, la pianista Milana Strezeva, la cantante Simona Rodano e la violinista Leticia Moreno. Il dr. Salvatore Moltisanti ha presentato il concerto. Il pubblico molto caloroso ha riservato una "standing ovation" a tutti gli artisti.

Per il secondo concerto il 7 dicembre, Leticia Moreno, vincitrice del Premio IBLA Grand Prize 2008, si è esibita alla Carnegie Weill Hall accompagnata al pianoforte dal giovane Igor Levitt. Il pubblico numeroso includeva la baronessa Zerilli Marimò e Lillian Vernon, entrambe "trustee" della New York University e chairs della IBLA Foundation. Va subito menzionato lo straordinario violino suonato da Leticia, un Nicola Gagliano del 1762.

Questi violini del settecento italiano sono cosi unici, che non si riesce a riprodurne delle copie qualitativamente simili, nonostante l’impiego di sistemi moderni altamente computerizzati. Sono sempre rimasti degli strumenti unici al mondo ed è stato un privilegio poterne ascoltare il suono dal vivo. La "Kreutzer" sonata in La maggiore di Ludwig van Beethoven, eseguita con perfetto spirito del primo periodo beethoveniano ha dato inizio al programma.

Subito dopo il pianista Salvatore Moltisanti, presidente della IBLA Foundation ha presentato l’esecuzione dell’"Adagio" dalla prima sonata per violino solo di Johann Sebastian Bach. Questo brano è stato dedicato alla memoria di Grace Sgarlata Susino, fervente sostenitrice della IBLA Foundation, scomparsa recentemente.

La violinista Leticia Moreno ha espresso un fraseggio altamente intenso, poetico, cantabile ed il pianista Igor Levitt è riuscito a sostenerla con eleganze espressiva mantenedo sempre il suono del pianoforte complementare al violino senza sopraffarlo. Entrambi hanno espresso grandi qualità tecniche. Dopo un breve intervallo ha fatto seguito l’esecuzione della "Suite Popolare Spagnola" di Manuel deFalla e della "Sonata in La maggiore" di Cesar Frank.

Questo concerto ha rappresentato il New York Debut per Leticia ed Igor. Fra il pubblico molti rappresentanti del mondo musicale che non hanno esitato ad offrire ulteriori concerti ai giovani interpreti. Lo stilista-designer Said Belhadfa presente al concerto ha offerto a Leticia una delle sue creazioni da indossare al prossimo concerto. Leticia infatti suonerà nuovamente alla Carnegie Weill Recital Hall il prossimo 27 aprile, insieme con tutti gli altri vincitori della diciassettesima edizione di questo IBLA Grand Prize. Ogni anno, infatti, la Fondazione seleziona oltre quindici vincitori tra oltre duecentocinquanta artisti, pianisti, strumentisti, cantanti e compositori, che si esibiscono a Ragusa Ibla, in Sicilia. Una Giuria Internazionale, Chair il Maestro Marcello Abbado, già direttore del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, composta da oltre venti giurati provenienti da ogni parte del mondo, lavora dal mattino a sera, nella selezione dei migliori talenti.

I concerti sono tutti aperti al pubblico, durante il giorno nella Sala Falcone Borsellino e la sera in Piazza Pola e nei giardini comunali. Tutto questo è possibile grazie all’aiuto coordinato dell’Amministrazione Comunale di Ragusa nella persona del Sindaco Nello DiPasquale e della Provincia Regionale di Ragusa nella persona dell’ing. Franco Antoci, insieme al sostegno newyorkese della baronessa Zerilli Marimò, di Lillian Vernon e di altri amici della IBLA Foundation quali Peter Bellacosa, Joanna Crispi, Cettina e Franco Spampinato, Paolo Martino, Steve e Rebecca Madsen, Raul e Magdalena Gutierrez, Richard e Donna Soloway, Susi Mion, Cristina Rose, Hon. Dominic Massaro, Michael e Eleanora Kennedy, Sherman Banks, Joan ZUmwalt, Chie Sato Roden, Michael Yasenak, Baroness von Langendorff e Lady Dewi Sukarno, già First Lady di Indonesia. Tutti gli ambienti siciliani in cui si svolge il concorso ormai da oltre diciassette anni, sono stati recentemente resi famosi dallo sceneggiato televisivo "Il commissario Montalbano". Infatti le prove del concorso si tengono proprio nel palazzo sede dell’ufficio del commissario Montalbano ed i concerti serali nella piazza antistante al palazzo stesso. I musicisti poi vanno al mattino al mare nella vicina Marina di Ragusa e Punta Secca proprio dove il "commissario Montalbano risiede e nuota ogni mattino".

Ogni anno l’entusiasmo e la bravura di questi giovani musicisti dal talento eccezionale coinvolge i cittadini siciliani che ne seguono numerosi tutti i vari concerti. In Sicilia si crea lo spirito di una sorte di fiamma olimpica della musica che ha coinvolto quasi tutti i paesi del mondo. Ragusa Ibla inoltre fa parte del circuito designato Unesco World Heritage quale patrimonio mondiale dell’umanità, con un numero molto alto di monumenti selezionati. Per ulteriori informazioni sulle attivita della IBLA Foundation visitare il sito www.ibla.org