LETTERATURA/Il Premio Elsa Morante si trasferisce dalla Campania a New York tra le polemiche...

Il Premio Elsa Morante 2008 si svolgerà a New York il 16 e 17 dicembre prossimo.
Nel darne notizia, il direttore del Premio Tjuna Notarbartolo ha detto: "Non abbiamo tempo né voglia di fare polemiche - afferma la Notarbartolo in una dichiarazione - ma è inutile nascondere che l'amministrazione culturale della Regione Campania è problematica ed ambigua non meno della questione rifiuti". E' difficile sopravvivere culturalmente in Campania - aggiunge il direttore del Premio Elsa Morante - si è obbligati a delle scelte per non far morire una manifestazione nata 22 anni fa e cresciuta negli anni". "E' ancor di più scandaloso - conclude Tjuna Notarbartolo - se si pensa che altri eventi culturali riescono a ricevere 500mila euro, o che per uno solo si gestiscono ben 20 milioni di euro".

L'edizione 2008 del Premio Elsa Morante si svolgerà presso l'Istituto Italiano di Cultura diretto da Renato Miracco. La scelta nasce dalla decisione da parte della giuria, presieduta da Dacia Maraini, di ricordare la figura della Morante partendo dal libro della nota scrittrice americana Lily Tuck intitolato "A woman of Rome: a life of Elsa Morante". Il libro rilancia nel mondo la figura di Elsa Morante come "la più grande scrittrice italiana del ‘900'', come la madre letteraria di tutte le scrittrici successive. L'impulso dato dal libro alla scrittrice e, di conseguenza, alla scrittura italiana, è stato moltiplicato nel mondo dalle recensioni che ha avuto dai grandi quotidiani: dal "New York Times" all' "Herald Tribune International", dal "Los Angeles Times" al "Wall Steet Journal", dal "Boston Globe" al "Washington Post". "Oggi7", il 28 settembre scorso, ha pubblicato un articolo-intervista con Lily Tuck.

Il Premio Elsa Morante sancisce dunque questo successo celebrando a New York la sua edizione 2008. La giuria, infatti, si sposterà in America per consegnare l'ambito riconoscimento internazionale proprio a Lily Tuck e al suo "A woman of Rome".

L'evento si articolerà in più giorni, divenendo una vera e propria festa della cultura italiana: il 16 dicembre sarà il giorno dedicato ai temi e il 17 dicembre alle persone che li hanno trattati. In programma il primo giorno l'incontro "Leggere oggi L'isola di Arturo", seguito da una tavola rotonda sul tema "Camorra, giornalismo e società civile". Il 17 dicembre, invece, avverrà la consegna del premio Elsa Morante a Lily Tuck e ad un autore italiano per una delle sezioni più rappresentative del Morante: l'impegno civile.