Visti da New York

Aiuto, c’è il genio al potere . . .

di Stefano Vaccara

Da un po' di mesi da lontano non guardavamo più agli affari italiani, i recenti fatti americani che spingono la storia più in là ci avevano come ipnotizzato. Insomma si era troppo incantati dal volo spiccato dal cigno nero Obama mentre più triste diventava l'agonia dell'anatra Bush per sfogliare o andare a cliccare sull'ultima gaffe di Berlusconi o del "parliamo di tutto tranne ciò che interessa agli italiani" della cosa neonata già vecchia e battezzata PD.

Quando da alcuni giorni abbiamo ricominciato a guardare allo stato dell'Italia, che amiamo sempre più anche se comprendiamo sempre meno, ecco che di sobbalzo ci vengono in mente cose bizzarre, che si pensano quando tutto si arrotola in un vortice di confusione e si cerca una via d'uscita: ma se apparisse il genio della lampada ora e ti transformasse per un anno nel presidente degli Usa o nel Premier d'Italia, chi vorresti essere? O meglio, in quali scarpe non vorresti mai camminare, quelle di Barack o quelle di Silvio?

Dunque, la prima e narcisistica tentazione è ovviamente quella di essere trasformato per incanto nel leader del Paese più potente del mondo. Certo che avere di colpo il potere di difendere o terminare per sempre la vita nel Pianeta Terra deve essere una sensazione indefinibile. Insomma che stoffa che ci vuole, si deve essere proprio il migliore... ah ahi che brividi al pensiero di chi ancora per un mese starà sempre vicino a quella valigetta con i codici segreti, magari anche un po' troppo depresso... Comunque, il potere afrodisiaco a certe dosi diventa micidiale e bisogna non farsi prendere dalle vertigini, essere pratici e affrontare i problemi. Mamma mia che problemi, povero Barack. Ma siamo sicuri che vale la pena provarle le sue scarpe? Mezzo milione di posti di lavoro persi lo scorso mese, la grande industria automobilistica in ginocchio che ti supplica di non abbandonarla, milioni di americani che rischiano di essere sfrattati da una casa che non possono più pagare... e tutto il resto del Mondo che pensa che tu avrai le immediate soluzioni a qualsiasi crisi che scoppia a qualsiasi ora della notte - a proposito, divertente il pensiero che magari spesso sarà Hillary a chiamare Barack alle tre del mattino... No, anche con tutta la magia del genio della lampada, non ce la sentiamo proprio di calzare le scarpe di Obama. Sia ringraziato il popolo americano e la sua democrazia, speriamo che il figlio di uno studente keniano e di una brava ragazza nata in Kansas sia veramente più geniale di quello che già appare essere.

Allora forza genio della lampada, trasformami nel Premier italiano, confrontarsi con i problemucci del più bel Paese del mondo è ben altra cosa, ghe pensi mi... Eccomi qui, a Palazzo Chigi, dove prima ci stavano i pontefici e infatti già mi sento come un papa. Ma sì, dicono tutti che l'economia è stagnante da un decennio eppure le famiglie italiane, rispetto a quelle americane, non hanno certi debiti. Non pagano le tasse che dovrebbero? E fanno bene! Se lo facessero chissà che fine farebbero, vedi che casini che ci ha combinato GW con i soldi sudati dagli americani, meglio che gli italiani se li nascondino bene altrimenti i loro soldi, quei comunisti che c'erano prima chissà come se lo sarebbero pappato il tesorone... Ma un momento, adesso io sono Silvio Berlusconi e i soldi mi servono, ho tante cose da mandar avanti, non posso certo distrarmi che quel fesso di Tremonti mi fa la pazzia di tagliare i fondi anche alle scuole religiose e mi becco come minimo la scomunica... Ma se faccio pagare le tasse poi chi mi vota?

Comunque, è bello governare senza opposizione, insomma quella che c'é sono proprio dei pivelli, dovrebbero cambiare mestiere come ho detto a quei giornalisti che li leccano e non hanno capito che leccando me guadagnerebbero molto di più. Ma un momento, che mi dice il mio fido Letta, sta arrivando un terremoto, un'altra opposizione più tosta? Oddio Tonino Di Pietro si è rimesso la toga, è lanciato con una armata di toghe amiche sue pronte a combattere per una nuova Mani Pulite? Addirittura hanno mandato i carabinieri a spogliare i magistrati che cercavano di chiudere un occhio sugli affari di politici, piccole sciocchezze calabresi-sicule? Oddio, ma queste sono cose di pazzi, e che siamo in Argentina? E a me chi mi difende, Napolitano? Quel gentiluomo? E con che cosa, con la Costituzione tutta a favore loro? E che so fesso io, genio della lampada è un ordine, subito via dalle scarpe del Cavaliere!