ARTE/EVENTI/ Rinascimento veneziano a Boston

di Gina Di Meo

Il Rinascimento li ha creati e il Museum of Fine Arts di Boston li ha accoppiati. Con una mostra strepitosa che sarà inaugurata la primavera prossima, il museo di Boston ha messo insieme il triumvirato che ha dominato il periodo rinascimentale a Venezia, ossia Tiziano, Tintoretto e Veronese. Titian, Tintoretto, Veronese: Rivals in Renaissance Venice, è un'esposizione unica nel suo genere, completamente dedicata alla competizione che all'epoca si sviluppò tra i tre grandi maestri, ed è stata organizzata dal Museum of Fine Arts di Boston e il Museo del Louvre di Parigi. Anche se la mostra non arriverà a New York, l'organizzazione ha comunque deciso di offrire una preview alla stampa locale. Malcolm Rogers, Frederick Ilchman per il Mfa di Boston, Vincent Pomarède e Jean Habert per il Louvre hannno illustrato, attraverso la sovrapposizione delle rispettive opere, lo scontro/incontro che esisteva tra i tre artisti. «Tiziano, Tintoretto e Veronese - ha spiegato Rogers - crearono il cosìddetto stile veneziano inspirandosi e contrapponendosi a vicenda. Contendendosi protettori, prestigio e riconoscimenti economici, hanno creato, attraverso la loro relazione personale, alcuni dei più grandi capolavori del Rinascimento italiano». Titian, Tintoretto, Veronese: Rivals in Renaissance Venice è un'occasione unica per ammirare ben 57 opere dei tre artisti prestate dai maggiori musei d'Europa e degli Stati Uniti. Di queste, 14 vengono dall'Italia, alcune delle quali dalle Gallerie dell'Accademia di Venezia e dalla Galleria degli Uffizi di Firenze. La mostra è curata da Frederick Ilchman dell'Mfa Boston e Jean Habert e Vincent Delievin del Louvre ed è stata resa possibile grazie al contributo di Pioneer Investments e Unicredit Group. L'esposizione è disposta attraverso sette sezioni per dare una visione completa della Venezia del 16mo secolo: The Transformation of Venice Painting around 1500, The Three Protagonists, Sacred Themes, Below the Surface, Veronese, Titian and Tintoretto in the Boston Museum, Mythology and the Female Nude, Portraiture, Late Styles.

«Sebbene circa 40 anni separano Tiziano dalla nascita del Veronese - ha detto Ilchman - le carriere dei tre pittori si sono ugualmente sovrapposte lungo questo arco di tempo. Inoltre, ognuno dei tre nel corso degli anni ha sviluppato una signature style così caratteristica da rendere ridondante la consuetudine di mettere la firma sotto un quadro. Non a caso, solo opere di Tiziano, Tintoretto e Veronesi sono firmate. Tiziano divenne celebre in tutta Italia per le sue monumentali pale d'altare realizzate per le chiese veneziane e si guadagnò fama anche attraverso le innovazioni che portò nei ritratti, con la raffigurazione definita audace di uomini potenti. Più tardi gli si contrappose Tintoretto che preferì l'energia e l'esteticismo alla serenità e grandeur di Tiziano. Infine Veronese si fece un nome come decoratore di dimore private».

Dopo Boston (15 marzo-16 agosto), Titian, Tintoretto, Veronese si trasferirà a Parigi, al Louvre (14 settembre-4 gennaio 2010).

All'anteprima newyorkese era presente anche il console italiano a Boston, Liberio Stellino.

Per info www/mfa.org.