Italiani in America

Patti Palmer, voce e risate

di Generoso D'Agnese

Il nome di Patti Palmer divenne noto soprattutto dopo il matrimonio con Jerry Lewis, ma anche la vicinanza con il grande attore comico americano non oscurò il suo fascino di cantante. Dai primi anni del  dopoguerra e fino agli anni Sessanta, Patty fu una splendida vocalist nell'era delle Big Bands. E figlia di Maria Rotellini. Fuggita nel 1919, a diciannove anni,  da Paganica, paese ubicato nelle vicinanze dell'Aquila, negli Stati Uniti, per sfuggire alle percosse dei suoi datori di lavoro. La sua via d'uscita all'infelice vita fu un matrimonio per procura, sistema che allora permetteva alle donne di superare tutte le difficoltà burocratiche per entrare negli USA. Grazie al fratello Franco, minatore nel Wyoming, trovò in Antonio Calonico, altro minatore emigrato, un uomo disposto a sposarla.

Dal matrimonio nacquero Pasqualina e Giuseppe. E sarà proprio Pasqualina , che negli anni adattò il suo nome in Patti a raccontare i risvolti amari della storia di famiglia attraverso l'autobiografia "I laffed till I cried ", pubblicata nel 1993 negli Stati Uniti. Pasqualina subì sulla propria pelle la stessa violenza domestica da parte della madre.

"L'amore non è mai stato un elemento dominante della mia vita - avrebbe spiegato Patti nella sua autobiografia -  prima d'incontrare Jerry. Mia madre mi difese una volta soltanto in vita sua e me lo ricordo benissimo. Quando si dirigeva verso di me, di solito mi tiravo indietro perché pensavo volesse picchiarmi. In genere avevo ragione io, ma se aggrottavo le ciglia, mi dava uno schiaffo e quando le chiedevo che cosa avessi fatto per meritarmelo, lei rispondeva freddamente: "Non mi piace  il modo come mi guardi"....Molto presto imparai a pulire i pavimenti, ed a pulirli ogni volta fino a quando non raggiungevo la perfezione che voleva mia madre...Piangevo quando ero inginocchiata a pulire il pavimento con una spazzola ed un secchio d'acqua. Le mie mani venivano costantemente schiaffeggiate se tenevo l'uncinetto in modo sbagliato, mentre imparavo ad usarlo. Se sbagliavo o non  mi concentravo abbastanza, la mamma mi sgridava ed io piangevo...". Ed ancora: "Mio padre picchiava spesso la mamma, ed un giorno, dopo l'ennesima violenta lite, papà se ne andò via da casa per sempre...".

Dopo il divorzio dei genitori Patti e Giuseppe vennero assegnati a due diverse  famiglie benestanti per il loro sostentamento.  Per i due bambini iniziò una nuova vita, a Detroit. E nella vita di Patti entro di prepotenza la musica, con  la voce a dare uno scopo alla propria vita. Pasqualina si trasformò in Patti Palmer, e iniziò ad esibirsi con piccoli gruppi musicali in giro per la metropoli del Michigan. La sua passione venne sostenuta da un talento naturale che perfezionò con gli studi di canto e degli strumenti. L'attività artistica dell'italo-americana la portò a scritture sempre più importanti, fino a diventare la cantante del gruppo di Jimmy Dorsey e ad esibirsi a Broadway. Fu proprio durante una delle serate a Broadway che Patti incontrò Jerry Lewis, un giovanissimo comico alle prime esperienze, destinato nel giro di pochi anni  ad uno straordinario successo hollywoodiano. La cattolica Patti e  l'ebreo Jerry si sposarono nel 1944, e il loro amore superò senza ostacoli le differenze di religione. Probabilmente fu proprio la regione d'origine comune alla moglie a far nascere una spontanea simpatia per Dean Martin, conosciuto nel 1946 e destinato a trasformarsi in una splendia spalla di una coppia di spettacolo formidabile.

Dal matrimonio, durato trentasei anni, Jerry e Patti ebbero cinque figli maschi (Gary, Scott, Chris, Anthony e Joseph), e adottarono  Ron.

Maria Rotellini, la mamma di Patti, partita da una misera casupola dell'Appennino italiano, passata da un villaggio di minatori del Wyoming alla città di Detroit, divenne la custode della numerosa prole di Patti e Jerry. Approdata in una villa lussuosa di Bel Air, a Los Angeles, (35 stanze e rubinetti d'oro, che era stata di Louis B. Mayer, uno dei fondatori di Hollywood) Maria Rotellini dimenticò la violenza domestica e divenne la quintessenza del miracolo americano. 

Patti e Jerry fecero una breve visita al paese di Paganica, nel 1953, per conoscere i parenti e proprio dall'archivio fotografico custodito nel paese aquilano è nato lo spunto, da parte di Raffaele Alloggia, per la realizzazione del volume "Patti Palmer e Jerry Lewis, due stelle a Paganica"

Tra i figli della  cantante d'origine abruzzese, Gary ha seguito le orme musicali e con la sua Band "Gary Lewis and the Playboys", ha conquistato otto dischi d'oro, vendendo 45 milioni di dischi in tutto il mondo.