Eventi

Letteratura/ Che PEN con Eco e Saviano

di Laura Caparrotti

Organizzato dall'associazione PEN, fatta di scrittori che vogliono creare un luogo di incontro fra autori di tutto il mondo, il PEN World Voices Festival of International Literature è evento estremamente speciale nell'era tecnologica del leggere cibernetico e della letteratura to go. Per il quarto anno consecutivo, dunque, il Festival porta a New York dal 29 aprile al 4 maggio, il meglio, il nuovo e il particolare della produzione letteraria mondiale. Il tema di quest'anno si concentra su "Public Lives/Private Lives" e vuole soffermarsi su quanto di privato ci sia oggi nelle nostre vite così volontariamente o involontariamente di pubblico dominio.

In un'epoca segnata da un grande fratello globale quale è internet, cosa rimane di privato o comunque di considerato tale? E cosa è importante condividere con gli altri e fino a che punto bisogna farlo? Infine, che significato ha oggi, nel 2008, la parola privacy? A queste domande tenta di rispondere il Festival con circa 90 eventi diversi e complementari.

Per quanto riguarda l'Italia, uno dei protagonisti sarà il giovane giornalista napoletano Roberto Saviano, autore del best-seller "Gomorra", recentemente tradotto in inglese e pubblicato in America, con il titolo "Gomorrah", dalla Farrar Straus Giroux. L'incontro principale avverrà il primo maggio alle ore 8 pm alla Elebash Recital Hall al CUNY Graduate Center (365 5th Ave), ingresso gratuito. Come molti dei nostri lettori sapranno, Roberto Saviano è un giovane napoletano che per anni ha conosciuto la camorra da vicino, vivendone le storie, parlando con la manovalanza, lavorando come cronista e anche come facente parte del gruppo di ricercatori dell'Osservatorio sulla camorra e sulla legalità. Il suo libro ha vinto numerosi premi, ha venduto il vendibile e ha portato Saviano a vivere sotto scorta perchè quello che rivela - e qui dovete leggere il libro, perchè sarebbe impossibile riassumere - ha dello sconcertante e del meticoloso, con tanto di nomi e cognomi di insospettati e insospettabili. Unica avvertenza è quella di non farsi fuorviare dal titolo della serata - "Gomorrah: Infiltrating the Mafia" - scelto evidentemente per spiegare meglio al pubblico americano che si tratta di una certa criminalità qui conosciuta tutta come Mafia.

La serata sarà moderata da Antonio Monda, il giornalista e professore di cinema alla Nyu fresco di successo del suo primo romanzo "Assoluzione", ambientato a Napoli e appena pubblicato in Italia dalla Mondadori. Lo stesso Saviano sarà anche parte di una tavola rotonda di scrittori di romanzi criminali provenienti dalla Svezia e dalla Norvegia che si confronteranno con lui, che ha scritto di vera criminalità, il 2 maggio alla Scandinavia House (58 Park Ave), sulle ripercussioni che tali storie hanno sulla società, e sulle proprie vite. L'ingresso è libero anche per questo evento.  Entrambi gli appuntamenti sono presentati in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura di New York.

L'altro esponente del mondo italiano letterario è invece uno dei nostri monumenti viventi. Umberto Eco, che di presentazioni non ha certo bisogno, prenderà parte a ben tre incontri. Il primo ha luogo il primo maggio, alle ore 6 pm, all' Alumni and Advancement Center dell'Università di Rochester (300 East River Rd., Rochester, NY). Insieme a lui sul palco, Salman Rushdie. A moderare questi due giganti sarà Joanna Scott. L'evento è aperto a tutti, ma occorre riservare un posto attraverso il sito www.rochester.edu/threepercent.

Il 2 maggio,invece, alle ore 7:30 pm, presso il 92Y (1395 Lexington Ave) verrà ricreata una serata storica. Il 10 ottobre 1995, infatti, la London's Royal Festival Hall ospitò una serata di letture di e da Umberto Eco, Salman Rushdie e Mario Vargas Llosa. I "tre moschettieri" fecero venire i brividi a tantissimi spettatori allora, sapranno farlo ancora?

Il 4 maggio, Umberto Eco verrà premiato con il PEN World Voices Arthur Miller Freedom to Write Lecture durante una serata intitolata On the Advantages of Fiction for Life and Death a cui partecipa anche Adam Gopnik e il direttore del Festival Francine Prose. I biglietti per queste due serate con Eco si possono comprare attraverso Smarttix, visitando il sito www.smarttix.com oppure chiamando (212) 868-4444.

Segnaliamo inoltre il 29 aprile, alle 6 pm il PEN World Voices Literary Film Feast al Goethe-Institute New York (1014 Fifth Ave) a cui partecipa Antonello Faretta con "Nine Poems in Basilicata" e il 3 maggio alle 4 pm all' Elebash Recital Hall CUNY Graduate Center (365 Fifth Avenue) l'incontro intitolato  "Do You Believe?" in cui Elias Khoury, Antonio Muñoz Molina, Olivier Rolin, Rebecca Goldstein, and Asli Erdogan chiaccheranno con Antonio Monda, autore del libro omonimo, sul significato pubblico e privato della religione e del rapporto con il divino. Per maggiori informazioni, vi consigliamo di consultare il sito www.pen.org/festival