Turismo

All'ENIT di New York la regione Umbria

di Michelina Zambella

I turisti stranieri continuano a privilegiare l'Italia come meta di vacanze secondo i dati provvisori forniti dall'ISTAT, che anche nel 2008 si ritaglia il primo posto tra le mete turistiche europee più gettonate". È con queste parole di ottimismo che il Dott. Riccardo Strano, Direttore dell'Italian Government Tourist Board in Nord America, ha dato il benvenuto alla Regione Umbria e ai suoi rappresentanti, all'evento tenutosi mercoledi 2 Aprile presso la sede dell'Italian Tourism Board sulla Fifth Avenue.

Come il Presidente dell'Ufficio Turismo della Regione Umbria, Stefano Cimicchi, ha ribadito con giovalità: "Un viaggio in Umbria è un tour artistique, un percorso, nel cuore verde dell'Italia, alla ricerca delle proprie radici, sedimentate in un territorio che custodisce con cura le testimonianze di una cultura millenaria in cui si intrecciano la storia, l'arte e le tradizioni dei popoli e delle civiltà che l'hanno attraversata". Infatti, attraversare questa terra dai diversi profili e dalle molteplici anime è come addentrarsi in una dimensione dove suggestioni spirituali, testimonianze artistiche ed eccellenze ambientali si fondono in un equilibrio armonico. Immergersi nella quiete delle sue campagne ondulate, perdersi nei colori sfumati dei suoi paesaggi che sembrano usciti da un affresco rinascimentale è come accordarsi al ritmo segreto di un mondo nel quale l'uomo e la qualità della sua vita sono valori comuni condivisi. Una terra antica che però continua a sprigionare energie vitali, che avvolgono morbidamente il visitatore sollecitandone la curiosità, l'intelletto ed il cuore, con attività che da Gennaio a Dicembre prevedono festival, feste religiose e civili, mostre, rievocazioni storiche ed escursioni     (http://www.grandieventi.umbria2000.it/).

 "Sebbene la Regione sia la principale promotrice dei slow territories, i pacchetti turistici mirano a preservare l'autenticità di questo stile di vita calmo e rilassato, abbinato però alle molteplici attività che si possono svolgere" precisa Cimicchi.

Le novità che il Presidente tiene a sottolineare sono: la prossimità dell'Umbria ai principali scali aereoportuali italiani con voli internazionali; la nascita nel 1999 dell'Osservatorio turistico regionale, che riveste un ruolo determinante nell'attività di studio e ricerca in materia di innovazione e qualificazione dell'offerta turistica; nonchè il Comitato di controllo per la Qualità e Osservatorio sui prezzi al fine di garantire prodotti e servizi turistici di alta qualità pur mantenedo un buon rapporto prezzo/ qualità, soprattutto in vista di un dollaro debole rispetto all'euro. "Offriamo pacchetti turistici per l'anno 2009 interessanti e personalizzati, stilati in base al listino prezzi 2007" dice Filippo Tomassoni, Presidente dell'Associazione Hotel di Spoleto, suscitando domande da parte del pubblico, in prevalenza americano, incantato dalla presentazione della Regione attraverso il video proiettato, dalle buone notizie nonchè dal buon cibo umbro con cui si è lietamente conclusa la serata.