Personaggi

Budino di vermi al cioccolato...

di Sigrid Lupieri

Sedute composte attorno al tavolo della cucina, circondate da un'aura di professionalità, le due ragazzine attendono le prime domande dell'intervista. Riflettono un attimo e poi, con un sorriso, rispondono che una delle loro prime esperienze di cucina italiana è stata proprio con la pasta fresca. "Volevamo preparare la pasta per una festa" racconta Olivia Gerasole, di dieci anni, "e abbiamo usato la Pasta Queen di nostro padre". Poi aggiunge con un sorriso: "Ne abbiamo fatta talmente tanta che abbiamo dovuto stendere gli spaghetti su tutte le sedie, i mobili e persino i lampadari". "E dopo la festa ritrovavamo continuamente pezzi di pasta ancora incollati alle maniglie delle porte" s'intromette ridendo Isabella, di dodici anni.

L'avventura culinaria delle due sorelle di Chicago ha avuto inizio qualche anno fa, quando la vicina di casa suggerì di creare un sito web, in cui le ragazzine avrebbero potuto diffondere la loro passione per la cucina a bambini e bambine di tutto il mondo. Il sito, www.spatulatta.com, si presenta come un insieme colorato e allegro di ricette internazionali, di filmati e foto delle due cuoche all'opera e di spiegazioni divertenti sulle specialità gastronomiche per i bambini e per i genitori. Alcune delle ricette appartengono alla tradizione familiare delle sorelle, come la caprese e il Papa's Pesto, mentre altre, come i "Bunny Cupcakes" o i "Turkey Cupcakes", sono la libera espressione della creatività delle due cuoche. Il sito web raccoglie anche diverse ricette inviate da fan di tutto il mondo che partecipano alle settimane tematiche, come la Settimana Italiana o la Settimana Armena. Nonostante lo sconcerto di alcuni cuochi più tradizionalisti per i sei spicchi di aglio inclusi nella ricetta di Papa's Pesto, per i più temerari il sito è stato un enorme successo. Con oltre 3.000 visitatori al giorno, il sito ha vinto il meritato primo posto al James Beard Award e, nel 2007, è stato nuovamente nominato per il medesimo concorso. Dopo questi trionfi, munite di un fotografo ufficiale di USA Today, le sorelle hanno pubblicato anche "Spatulatta", il libro di cucina cartaceo che raccoglie le loro ricette migliori.

La passione per l'arte culinaria sembra essere ben radicata nella famiglia Gerasole ormai da varie generazioni. Di origini abruzzesi, i bisnonni immigrarono negli Stati Uniti e, dopo essere passati per Ellis Island, si insediarono nella cittadina di Pittsburg, dove i familiari aprirono un ristorante di cucina Italiana: "Il Girasole". Olivia e Isabella ricordano bene le visite a Pittsburg, dove spesso si divertivano a lavorare come hostess nel ristorante e dove, dalla nonna paterna, impararono a fare le bruschette. "Ma la persona che ha influito di più sulla nostra passione per la cucina è stato nostro padre" sottolinea Isabella, "che ha incominciato ad insegnarci a cucinare quando avevamo due anni". Da allora le ragazze hanno affinato le loro tecniche e sul sito web offrono ricette come frittata di spaghetti, tortellini con peperoni e insalata a base di prosciutto. I filmati includono anche la collaborazione di Lorenzo Boni, uno chef della Barilla, il quale insegna a preparare le fragole con il pregiato aceto balsamico di Modena.

Ma le radici Italiane non sono le uniche ad influire sulla scelta delle ricette delle due ragazze. Come la maggior parte degli americani, Olivia e Isabella vantano di un interessante miscuglio di molte culture diverse. Dal nonno materno, infatti, di origini tedesche e giapponesi, hanno imparato a fare il Kolbi, una pietanza di manzo coreana, e le loro radici italiane, giapponesi, tedesche, messicane, irlandesi e americane hanno contribuito al loro stile culinario eclettico. Fra le ricette offerte dal libro si possono trovare le frittelle svedesi, la minestra agrodolce di cavoli per la tradizione ebraica di Hanukkah oppure gli involtini di primavera per il Capodanno cinese. In un breve filmato, come tributo anche al suo paese di accoglienza, Olivia spiega agli spettatori come preparare il "Jello della sirenetta", uno dei dessert americani preferiti, a base di gelatina di un appetitoso blu elettrico e cosparso di pezzettini di melone.

Di origine sovranazionale, la sezione di arts and crafts del sito raccoglie le ricette più creative inventate dalle ragazze o suggerite da amici. In uno fra i filmati forse più divertenti, un bambino ospite del programma illustra con grande professionalità come si prepara la ricetta di "Worms in a Bucket of Dirt", ovvero "Vermi in un secchio di terra", a base di budino al cioccolato. Per una maggiore verosomiglianza con la terra nel secchio, l'intruglio viene cosparso di biscotti Oreos frantumati e, come ultimo ingrediente, vengono aggiunti i protagonisti della ricetta: i vermi. Ovviamente di caramelle gommose. Infine: "È importante servire il budino in contenitori trasparenti" spiega il novello cuoco con estrema serietà, "perché è divertente vedere l'effetto dei vermi nella terra".

Dopo il successo di "Spatulatta", che ha venduto oltre 60.000 copie, Olivia e Isabella stanno già programmando un seguito, con ricette particolari per le festività di tutto il mondo. Il primo libro, con i suoi colori vivaci, le foto simpatiche delle sorelle Gerasole e le ricette originali fatte in casa, è il frutto di molto lavoro e impegno, ma, da quanto riferiscono le ragazze, anche una fonte di molta allegria. In una cultura sempre più pervasa dalla televisione e da passatempi poco creativi, le sorelle sostengono l'importanza, in particolare per i più piccoli, di non perdere il contatto con i valori tradizionali. Ed è proprio questo libro, che esprime tutta la dedizione, ma anche la joie de vivre "mediterranea" delle sue autrici, ad ispirare bambini e adulti a cercare uno spazio per il divertimento e a ritrovare il proprio spirito di creatività nell'arte della cucina.