Eventi

L'arcipelago Pasolini a NY

di Gina Di Meo

Un evento a tutto tondo per celebrare un personaggio di straordinario eclettismo come Pier Paolo Pasolini. Il grande intellettuale italiano, che come nessun altro ha interpretato e descritto ciò che accadeva nella società italiana sia a livello antropologico che politico, dal fascismo al boom economico, fino all'esplodere del terrorismo, sarà ricordato nella città, New York, che lo ha sempre ammirato per il suo essere così "diverso" dagli altri "intellettuali ufficiali".
Un personaggio del genere, che è stato scrittore, poeta, giornalista, regista, filosofo e linguista, non può essere capito in tutte le sue sfaccettature se non attraverso lo studio globale di tutto il suo lavoro, che Claudio Angelini, ex direttore dell'Istituto Italiano di Cultura di New York, ha definito "un arcipelago vasto come il suo spirito", e così l'evento a tutto tondo, intitolato "Pier Paolo Pasolini - Poet of ashes", sarà l'insieme di una serie di eventi che esploreranno la manifestazione della sua genialità nelle diverse forme d'arte. Pasolini, ucciso in circostanze ancora non chiare nel 1975, a 53 anni, sul Lido di Ostia, ha simbolicamente chiamato a raccolta l'Istituto Italiano di Cultura, la Fondazione Aida di Verona e Film Society of Lincoln Center per far parlare di sé. Le iniziative, ognuna delle quali tratterà un aspetto dell'artista, prenderanno il via lunedì 26 novembre e si protrarranno fino a martedì 4 dicembre e si terranno in diverse locations della città, tra l'Istituto Italiano di Cultura, Walter Reade Theater e Frieda and Roy Furman Gallery, Joe's Pub at The Public Theater, La MaMa Experimental Theatre Club e la Casa Italiana Zerilli Marimò.
La cerimonia di apertura della manifestazione, sponsorizzata dal Consorzio per la Tutela dell'Asti Spumante, sarà martedì 27 novembre all'Istituto di Cultura Italiana con la proiezione di del documentario "Pasolini's Voice". Tra gli eventi-dibattito clou, la tavola rotonda "The Last Questions of Pasolini - Le Ultime Domande di Pasolini", che si terrà giovedì 29 novembre alla New York University's Casa Italiana Zerilli Marimò, con la collaborazione della Fondazione Musica per Roma and Fondazione Cinema per Roma e con la straordinaria presenza dell'artista Patti Smith.
Film Society, invece, che naturalmente tratterà il Pasolini regista, gli dedicherà la rassegna "Heretical Epiphanies: The Cinematic Pilgrimages of Pier Paolo Pasolini", che comprende i suoi film più famosi, alcuni corti e due documentari.
Il primo degli eventi in programma è lunedì 26 novembre Readings & Lectures: Pasolini's Poetry and Literature, con Vincenzo Cerami (allievo di Pasolini, e ha ricevuto una nomination all'Oscar nomination per la sceneggiatura de "La vita è bella" di Roberto Benigni, ndr), e Graziella Chiarcossi, cugina di Pasolini e curatrice dell'omonina biblioteca. (Italian Cultural Institute, La Galleria, 686 Park Avenue, 6pm).
Dal 27 novembre al 15 dicembre (dal lunedì al venerdì dalle 10am alle 4pm), sempre all'Istituto di Cultura, si terrà la mostra Pier Paolo Pasolini: the Body's Truth, foto di Angelo Novi. La mostra è stata resa possibile grazie all'Archivio Pasolini della Cineteca di Bologna e presenta immagini dai set di Mamma Roma, La ricotta, The Gospel according to Saint Matthew, Hawks and the Sparrows, Teorema.
Martedì 27 novembre (Istituto di Cultura), dopo la cerimonia di apertura, proiezione del documentario di Matteo Cerami e Mario Sesti Pasolini's Voice. Chi altri, se non lo stesso Pasolini può narrare di sé? I suoi testi saranno letti da Toni Servillo, e contemporaneamente saranno proiettate immagini della ricostruzione dell'Italia dalla Seconda Guerra Mondiale agli anni '70.
La serata continuerà al Joe's Pub, Public Theater (425 Lafayette Street), 9 30pm con il concerto The Songs of Pier Paolo Pasolini - Le Canzoni di Pasolini, brani eseguiti da Aisha Cerami, Nuccio Siano, Andrea Colocci, Roberto Marino, Salvatore Zambataro, arrangiamenti di Roberto Marino, immagini di Enrico Zaccheo, per la regia di Nuccio Siano e Anna Maria Loliva.
Mercoledì 28 novembre, 1.45pm, 7pm, e domenica 2 dicembre 8 30pm, proiezione del film Mamma Roma di Pier Paolo Pasolini. (Film Society of Lincoln Center, Walter Reade Theater, 165 West 65th Street, between Broadway and Amsterdam)
La rassegna al Lincoln Center prosegue sempre mercoledì 28 novembre 4pm, giovedì 29 novembre 9pm e sabato 1 dicembre 5pm con il film Accattone, sempre il 28 novembre, 9 30 pm e 29 novembre 4 15pm, The Hawks and the Sparrows (Uccellacci e uccellini).
Ancora il 29 novembre 1 30pm, 6 16pm e lunedì 3 dicembre 2pm, The Gospel According to St. Matthew.
Il dibattito si sposterà giovedì 29 novembre alla New York University, Casa Italiana Zerilli Marimò 6pm (24 West 12th Street) con The Last Questions of Pasolini - Le Ultime Domande di Pasolini, tavola rotonda con Gianni Borgna, President della Fondazione romana per la musica, Goffredo Pettini, presidente della Fondazione romana per il Cinema, Roberto Chiesi, curatore del Pier Paolo Pasolini Study Center e archivio della Cineteca di Bologna, Antonio Monda, docente e giornalista, Vincenzo Cerami, autore e sceneggiatore. Ospite d'onore la cantante Patti Smith.
Il 29 e 30 novembre e 1 dicembre a La MaMa E.T.C. (74° East Fourth Street) Trash, spettacolo teatrale ispirato dai testi di Pier Paolo Pasolini, prodotta da La Mama E.T.C. and Fondazione Aida, per la regia di Andrea Mancini e Lorenzo Bassotto, testi di Simone Azzoni, interpretati da Lorenzo Bassotto e Rhonda Moore.
Il 30 novembre, The Tale of Reality, 4pm, Masterclass with Vincenzo Cerami, (Italian Cultural Institute, Yale University, Romance Languages Lounge, 82 - 90 Wall Street, 3rd floor, New Haven, CT)
Ancora al Lincoln Center, sabato 1 dicembre 7.20pm, martedì 4 dicembre, 2.45pm, proiezione del film Pigpen (Porcile) di Pier Paolo Pasolini.
Sabato 1 dicemnre, 9.20pm, doemncia 2, 6.15pm Teorema di Pier Paolo Pasolini, domenica 2 dicembre, 2pm e martedì 4 dicembre 4.45pm, rispettivamente proiezione di La Ricotta e La Rabbia. Domenica 2 dicembre 4pm e lunedì 3, 8pm, Salo, or the 120 Days of Sodom (Salò o le 120 giornate di Sodoma)
Lunedì 3 dicembre, 6 30pm The Tale of Reality, masterclass con Vincenzo Cerami, (CUNY Graduate Center, Skylight Room, 365 Fifth Avenue, New York).
Martedì 4 dicembre, 1pm e 6.45pm, film Notes Towards an African Orestes (Appunti per un'Orestiade africana) di Pier Paolo Pasolini, (Lincoln Center)
Martedì 4 dicembre, film Sopralluoghi in Palestina di Pier Paolo Pasolini, (Istituto Italiano di Cultura)
Martedì 4 dicembre, 9pm, Lincoln Center 6pm, concerto Accattone in Jazz: An Homage to Pier Paolo Pasolini, presentato da Kairos Italy Theater. Il film di Pasolini rivisitato dall'attore Valerio Mastandrea. Musica di Roberto Gatto e Danilo Rea.
Martedì 11 dicembre 6pm, Istituto Italiano di Cultura, 6pm, film Pasolini l'enragè di Jean-André Fieschi.
Martedì 18 dicembre, stesso luogo, stessa ora, Four Films about Passolini, proiezione di 4 documentari per aiutare a capire meglio lo sconfinato pensiero di Pasolini. Una disperata vitalità, diretto da Mario Martone e Laura Betti. III B facciamo l'appello diretto da Enzo Biagi, vecchio amico di Pasolini, Pasolini e la forma della città diretto da Paolo Brunatto, Pasolini e il cinema: al cuore della realtà, diretto da Francesco Savio.
Il tributo a Pasolini comprende anche il lancio di un libro in inglese intitolato Pier Paolo Pasolini Poet of Ashes, co-pubblicato da Titivillus Mostre Editoria (San Miniato - Pisa) e City Lights Books of Lawrence Ferlinghetti (San Francisco). A cura di Andrea Mancini, docente di iconografia del teatro, Università di Siena, Roberto Chiesi, curatore del Fondo Pier Paolo Pasolini e Graziella Chiarcossi.
Per informazioni dettagliate sull'intera manifestazione: www.pasolininewyork.com.