Libri

Piccole bugie quotidiane

Tony Musella nel corso della presentazione
di Silvia Forni

La vita che scorre con felicità ma anche nelle preoccupazioni, storie che si intrecciano perchè legate da un destino simile e non sempre facile. Racconti quotidiani, momenti ...

... che ci accompagnano quotidianamente con semplicità, confusione, terrore o sorpresa. Così, Fred Misurella,  che insegna giornalismo, tecniche di scrittura e letteratura italoamericana alla  East Stroudsburg University in Pennsylvaniaha lo scorso giovedì introdotto al pubblico del John D. Calandra Italian American Institute, il suo libro "Lies to Live"  .

Una collezione che racconta complesse e, a volte, segrete verità. Il lettore riesce ad immergersi con facilità e intensità in piccole meravigliose otto storie.

La prosa di Misurella è chiara, avvincente, attira , incuriosisce e coinvolge.

L'evento, presentato dal Dr. Joseph Sciorra e dal Dean Professor Anthony J. Tamburri del Calandra fa parte di una serie di letture legate ad autori italoamericani.

Il libro di Misurella, pubblicato dalla Casa Editrice Bordighera Press, fondata da Paolo Giordano e da Anthony J. Tamburri, prende in considerazione personaggi che attraversano una fase di passaggio, un ponte verso qualcosa di nuovo o inaspettato.

Misurella è stato uno dei primi scrittori a contribuire alla creazione e allo sviluppo di questa Casa Editrice.   I personaggi di "Lies to Live" si trovano "intrappolati" tra quello che è stato il passato e la novità del futuro, che  porterà ognuno di loro ad un nuovo livello di comprensione della propria vita e quella di chi hanno vicino. Misurella con grande sensibilità e attenzione è riuscito a descrivere persone "ordinarie", vulnerabili e spesso deboli o deluse.

Nonostante tutto questa fragilità crea nei diversi personaggi una nuova forza, un cambiamento.Lo scrittore ha pubblicato racconti in molti quotidiani e giornali famosi come il New York Times, il Village Voice, il Partisan review e Altre Italie. Laureato all'Universita' Dell'Iowa.

. "Nel mio libro parlo anche di alcune verità della vita" spiega l'autore, "e possiamo dividerlo in due parti. La prima è un insieme di bugie sull'arte, i soldi e l'amore. La seconda  è dedicata di più all'America e al personaggio di Nick Potenza, italo americano, che si ritrova a combattere ricordi e situazioni con la madre, la moglie e la figlia.

Il libro unisce tutti i personaggi come in una tela, con o loro problemi, desideri e preoccupazioni.  Incontriamo per esempio personalità  abituate ad una vita non facile come Felicia "che non ha mai perso confidenza nelle sue abilità'" o Nick che ricorda il  Vietnam come diviso in tre categorie di "interesse".  Ovvero "Primo: le persone alle quali piace combattere.  Secondo: le persone che odiano trovarsi li'. Terzo e la maggioranza: persone che combattono perch`e amano il loro Paese e sentono che stanno facendo qualcosa di importante.  E Nick Potenza è così, ha semplicemente sentito di dover partire e andare la'". 

Lo scrittore ha  raccontato al pubblico del Calandra la sua passione per la scrittura e che in questo momento sta preparando un romanzo su tre generazioni di italo americani. Però aggiunge: "Purtroppo sembra che in questo momento le storie che riguardano gli italoamericani non vengono considerate vendibili ad un largo pubblico dalle Case Editrici".