Cinema

"OPEN ROADS" al settimo anno

di Gina di Meo

Per il settimo anno, "Open Roads" apre al nuovo cinema italiano. Dal 6 al 14 giugno, come è ormai consuetudine al Walter Reade Theater, la Film Society del Lincoln Center in collaborazione con FilmItalia e MiBac (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) presenterà dodici film e una selezione di corti diretti dai registi italiani più in vista.

Tra questi Roberto Andò, Eugenio Cappuccio, Enrico Caria, Saverio Costanzo, Davide Ferrario, Giovanni Davide Maderna, Laura Muscardin, Paolo Sorrentino, Giuseppe Tornatore, Roberta Torre, Angelo Longoni  e primo fra tutti Mario Monicelli, Leone d'Oro alla carriera alla Mostra del Cinema di Venezia nel 1991, con il suo nuovo film Le rose del deserto (Desert Roses).

Sarò proprio il film di Monicelli ad inaugurare la rassegna, mercoledì 6 giugno, e lo stesso regista, che ha appena compiuto 92 anni, sarà sul palco dopo la proiezione per discutere delle sue "sette decadi" nel mondo cinematografico.

Ricordiamo che Monicelli è tra i principali interpreti della Commedia all'Italiana. Durante la sua lunga carriera ha diretto attori del calibro di Totò, Aldo Fabrizi, Vittorio De Sica, Sophia Loren, Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman, Ugo Tognazzi, Anna Magnani, Alberto Sordi, ma anche Nino Manfredi, Paolo Villaggio, Monica Vitti, Enrico Montesano, Giancarlo Giannini, Philippe Noiret, Giuliano Gemma, Stefania Sandrelli, Gian Maria Volonté... Sono suoi capolavori Guardie e ladri, Totò e le donne, I soliti ignoti, La Grande Guerra, L'armata Brancaleone, Amici miei, Il marchese del Grillo, Speriamo che sia femmina, Il male oscuro.

Ed in anteprima ad Open Roads anche l'ultimo lavoro di Angelo Longoni Caravaggio una co-produzione europea, in Italia in onda sulla Rai in due puntate, che vede Alessio Boni nei panni di Michelangelo "Michele" Merisi, il pittore autore di capolavori e conosciuto con il nome di Caravaggio. Sia Boni che Vittorio Storaro, direttore della fotografia e vincitore di tre premi Oscar con Apocalipse Now, Reds e L'Ultimo Imperatore saranno presenti alla proiezione di venerdì 8 giugno.

Gli altri film in programma sono Il Viaggio di Primo Levi (Primo's Levi Journey) di Davide Ferrario, In memoria di me (In memory of me) di Saverio Costanzo, Il viaggio segreto (Secret Journey) di Roberto D'Andò che vede ancora protagonista Alessio Boni con Claudia Gerini, Valeria Solarino ed il regista/per l'occasione attore, Emir Kusturica, La sconosciuta (The unknown woman) del premio Oscar Giuseppe Tornatore. Uno su due (One out of two) di Eugenio Cappuccio, Mare nero (Dark sea) di Roberta Torre, Vedi Napoli e poi muori (See Naples and then die) di Enrico Caria, L'amico di famiglia (Family friend) di Paolo Sorrentino, Schopenhauer, diretto da Giovanni Davide Maderna, Billo, diretto da Laura Muscardin.

Per la serie "New Italian Short Films", quest'anno alla seconda edizione, gli appuntamenti sono venerdì otto giugno alle 2 45pm e domenica 10 giugno 7 30pm, i titoli in programma: Come a Cassano di Pippo Mezzapesa, Solo Duets di Josef Feltus, Do You See Me? di Alessandro de Castafato, Zakaria di Gianluca & Massimiliano de Serio, Un Filo Intorno al Mondo di Sophie Chiarello, Un Inguarribile Amore di Giovanni Covini, Memoria de Cani di Massi, La Ferita di Elena Chiesa.

Un ringraziamento particolare nell'organizzazione di Open Roads va alla Casa Italiana Zerilli-Marimò, l'Istituto Italiano di Cultura, Fiac, 41º Parallelo e Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani oltre che ad Alitalian, American Continental Properties Group.

Alla Casa Italiana della Nyu, venerdì 8 dicembre, alle 5:30 pm, il consueto incontro dibattito con registi e attori di "Open Roads".

Costo del biglietto per singola proiezione 11 dollari adulti, 7 per i membri della Film Society, studenti, anziani (infrasettimanali e prima delle 6pm). I biglietti sono disponibili al box office del Walter Reade Theater (West side of Broadway, 65th-66th) o al sito www.filmlinc.com.

Per ulteriori informazioni chiamare il numero 212 875 5600.