Libera

Alcol, sesso e cocaina

di Elisabetta de Dominis

Sembra che senza alcol e cocaina non si faccia più sesso, almeno nelle alte sfere. Politica e industria, per capirci. Il tutto condito ovviamente da generose porzioni di viagra. Il che provoca una miscela esplosiva...

... lasciando ogni tanto sul tappeto qualche vittima che assurge così agli onori della cronaca. Il sesso non è più attrazione, ma solo trasgressione da quelle parti. Se poi guardiamo ai giovani, neanche questa, perché li abbiamo nauseati con un'epidemia di immagini e parole pornografiche. Come insegna la favola di Eros e Psiche, il volto di Eros deve rimanere nascosto, l'amore è percepibile ma non visibile. Invece noi abbiamo fatto di tutto per metterlo sotto i riflettori, per svelarlo. Delle cose nascoste, incomprensibili si ha sempre paura. Ma voler controllare un dio così potente è impossibile e provoca soltanto il suo disapparire. 

L'attrazione è un'emozione talmente divina da essere incontrollabile, infatti gli antichi ne ascrivevano la colpa al dio dell'amore. A Eros non si poteva resistere. Nell'incontro il pensiero abbandona la mente e quello che resta è sguardo.  Uno sguardo che attrae e non sei più padrone delle tue azioni. Perché tu non sei più tu, ti senti perso e trascinato a ritrovarti nell'altro. Nell'unione, inspiegabilmente, conosci te stesso e comprendi l'altro. Se è vera unione. Ma oggi a Psiche non gliene frega niente di scoprire chi è Eros. Preferisce sapere prima della sua posizione sociale, del suo conto in banca e cosa potrebbe ottenere dall'eventuale amato. Anche la donna economicamente disinteressata non agirà d'istinto, travolta dalla passione, ma sottoporrà il povero Eros a ragionamenti intellettuali che lo faranno soccombere: "Io quello me lo mangio in un sol boccone". Il che significa: è un ignorante, un fesso, un debole...

Ovviamente all'uomo non resta che evadere, trasgredire. E cerca quell'emozione, che non prova più, nel proibito. Il sesso diventa per lui solamente trasgressione. Se Eros è scomparso perché non è più desiderato, non c'è più desiderio d'amare, di darsi, di conoscere, ma solo di prendere per soddisfare se stesso, perseguendo un piacere fisico dove non c'è più unione di anima e corpo.

A mezza estate, l'ennesima storia sessuale truculenta (di cui la lunga premessa non vuole essere una giustificazione ma un tentativo di spiegazione psicologica di un agire ormai collettivo). Cosimo Mele, deputato pugliese dell'Udc (il partito che difende la sacralità della famiglia, quello di Casini - per intenderci - che di famiglie ne ha collezionate già due) con due mogli e tre figli (per non smentire il capo), firmatario della legge sui test antidroga, ha trascorso una notte all'Hotel Flora di Roma con una o due prostitute, e forse altre persone, festeggiando a coca e alcol. Una prostituta si è sentita male ed è finita in ospedale. Mele che, visto il partito di appartenenza deve essere timorato di Dio, si è esposto chiamando soccorso e rovinandosi la reputazione. Di questo "gesto" si è detto orgoglioso. E la cosa non deve scandalizzare, perché solitamente in questi casi l'altro si fa di nebbia lasciando il moribondo nelle mani di Dio. Come si narra - vox popoli vox dei - sia accaduto qualche tempo fa a un leader politico, rimasto con la faccia parzialmente paralizzata, perché la bella e famosa che era in sua compagnia si prese paura e aspettò un giorno prima di riconsegnarlo alla moglie per mandarlo in ospedale.

"Ho sbagliato, ma non sono fuggito" è dunque il messaggio in codice agli altri politici che non potranno bruciarlo, se non vogliono che altre storie nascoste vengano a galla.

Con presunzione, Mele ha pensato che la ragazza di 29 anni, che l'ha adescato, andasse con lui per la sua bella faccia di cinquantenne ma, una volta in albergo, ha accettato di pagare la prestazione. La trasgressione era ormai in atto e gli prometteva piaceri sconosciuti nel talamo coniugale...

"Noi politici siamo uomini come gli altri - si è giustificato -  anche a noi capita di sbagliare". Ma come si permette di offendere la stragrande maggioranza degli italiani che non vanno a puttane, non si drogano e non si ubriacano per riuscire a fare l'amore?