Personaggi

Bar all'italiana, anzi all'emiliana

di Silvia Forni

Pochi mesi fa un gruppo di giovani italiani è partito verso gli Stati Uniti, precisamente New York, per aprire un locale in pieno East Village che ricreasse l'atmosfera della estate italiana, il divertimento, il "mangiar bene" ...

... e la voglia di fermarsi un momento e rilassarsi con un buon caffe'. I giovani in questione sono tutti emiliani, di Modena, e il locale "Caffè Emilia" , nella prima avenue tra St. Marks e la nona strada, attira subito l'attenzione di qualsiasi passante.

Uno dei managers, Francesco Nucci, spiega che "l'idea è stata quella di ricreare esattamente il perfetto e originale bar all'italiana, I titolari sono due fratelli di Modena, Marco e Stefano Benatti, in più c'è anche Alexander Arletti e un altro manager, Mattias Landini. Volevamo essere tutti giovani a lavorare, ma quello che stiamo cercando di fare è creare una clientela mista sia italiana che americana.

Quello che non vogliamo è la creazione di piatti complicati o troppo "italo-americani". Vogliamo far capire ai clienti americani che non è reale l'idea degli italiani che d'estate si nutrono solo di spaghetti, ma che invece mangiano anche, e soprattutto, carpacci freschi, delicati, e insalate di stagione. Verso ottobre inizieremo a fare dei primi piatti leggeri, come spaghetti semplici con pomodorini e basilico, per esempio, ma per ora ci limitiamo a carpacci, prosciutto e melone e formaggi freschi".

Il locale si estende per lungo fino ad arrivare ad un piccolo ed intimo giardino, che si affaccia all'interno del palazzo. Candele, bambù e piante verdi rallegrano l'atmosfera serale del luogo, trasformandolo anche in un posto romantico per una cenetta a due a lume di candela.

Interessanti fotografie sono appese ai muri del locale, foto in bianco e nero di immigranti del primo del Novecento, forse un po' in contrasto con l'atmosfera estremamente giovane del locale. Nucci, il manager di "Caffè Emilia" , racconta come "il locale è aperto da un mese e il prossimo passo sarà occuparsi di queste fotografie sul muro. Probabilmente daremo spazio a giovani artisti per creare qualcosa di piu' "cool"".

Il menù del bar, con bancone tipico "all'italiana" e i dolci in mostra,  spazia tra diversi tipi di caffe': dal tipico espresso, al cappuccino, al mokaccino, con caffè, cioccolata e latte, che viene montato freddo con un procedimento particolare che ingloba anche il ghiaccio, per una schiuma piu' compatta e deliziosa.

La novità sta nel famoso "semidolce", panino fresco ripieno con prosciutto, parmigiano, fontina e altri ingredienti. Oltre a pizze bianche, bomboloni, cornetti, piadine, ciabatte, è introdotto il "tramezzino", servito con un piccolo canovaccio umido, come usa in Italia e ancora poco conosciuto all'estero, ma già molto apprezzato, per un "lunch" veloce, da tutti i residenti della zona, sia americani, che italiani.

"Noi abbiamo un target molto rigido sul caffè e sul cappuccino, nel senso che un espresso deve venir fuori come un espresso, ovvero in tazza piccola e bassissimo.

Abbiamo inoltre deciso di abolire il vino "Pinot grigio" proprio perche' è diventato troppo "tipico", nel senso che un americano chiede quasi sempre questo tipo di vino e noi abbiamo detto basta, volevamo fare qualcoda di diverso e concentrarci di più in vini che noi italiani beviamo in Italia, anche perchè abbiamo un'ottima selezione.

Il nostro vino speciale è rosè con le pesche dentro, una sangria all'italiana molto buona. Con il nostro inglese, che non è ovviamente ancora perfetto, stiamo cercando di fare del nostro meglio per attirare una clientela che apprezza il cibo, il vino e il caffè buono. I nostri succhi sono tutti con frutta centrifugata fresca e piacciono molto".

Un'altra novità del "Caffe' Emilia" e' la "carta musica", pane sardo fatto a "Caprese" con mozzarella e pomodoro. Il locale offre una vasta varietà di caffè, dolci, vini, birre, sandwiches, carpacci e insalate fresche in un'atmosfera giovane e "frizzante", dando la sensazione di trovarsi nel bel mezzo della riviera romagnola e dimenticando invece di essere in piena Ny.


Caffè Emilia
139 First Ave., nr.
9th St.; 212-388-1234