Eventi

Luci patriottiche su Garibaldi

di Chiara Zamin

Era il 1888 quando a Washington Square Park, a Manhattan, venne eretta la statua di Giuseppe Garibaldi. Lui, l'eroe degli ideali senza confine, a cui si deve la tanto sospirata unità del nostro paese...

.... continuerà ed essere celebrato in occasione del bicentenario dalla sua morte - avvenuto lo scorso 4 luglio -  a  New York il prossimo 2 agosto alle ore 8:45 pm. In quel momento la statua di Garibaldi a Washington Square Park, sarà il punto da cui partirà uno spettacolo di luci e musiche, accompagnate da un grande schermo in cui si potrà seguire attraverso la proiezione  di fotografie le tappe salienti della sua vita.

Tutta la performance sarà accompagnata dalle musiche scritte dal noto compositore italiano, premio Oscar, Nicola Piovani. (autore di importanti colonne sonore dei film di Fellini, Monicelli, Magni, Benigni, Moretti e tanti altri).

"Anatomia di un eroe", è il titolo dell'evento  ideato  dalla Mario Fontana Group in coproduzione con l'associazione italoamericana "Casa Italia in The World per gli italiani d'America", rappresentata dal suo Presidente e fondatore Antonio Troia, con  l'attiva collaborazione dell'Onorevole Salvatore Ferrigno e del Console Antonio Bandini .

Un light  show di 18 minuti, in cui le musiche evocative di Nicola Piovani  accompagneranno lo scorrere delle immagini proiettate e il gioco di luci. Ci racconta il regista del progetto, Mario Fontana, "Abbiamo scelto il blu del mare per evocare i ritorni di Garibaldi a Caprera; il blu verrà in quei momenti proiettato sulla statua, mentre negli alberi intorno si vedrà il mare; per la spedizione dei mille ci sarà il rosso come quello delle camice garibaldine. Abbiamo anche cercato di utilizzare tutti i colori delle bandiere dei paesi dove lui è stato".

Lo show ha richiesto un lungo lavoro di ricerca di materiale fotografico e storico che è stato  riordinato e sintetizzato per poi essere coordinato con le musiche e le luci. Un progetto partito un anno fa con l'approvazione del Consolato italiano e successivamente con il riconoscimento da parte del Comitato Ministeriale italiano per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Garibaldi.

Tra i passaggi più belli della vita di Garibaldi che si potranno ammirare nel light show, l'incontro con Anita, la sua morte, lo scontro tra Garibaldi e il Papa, le sue battaglie e, infine, l'ultimo periodo della sua vita in cui viene ritratto insieme alla sua famiglia.

Il video dello spettacolo di New York verrà poi proiettato in alcune piazze delle città italiane, tra cui Caprera, in Sardegna, in Sicilia a Palermo, Milazzo, Carini per poi passare in Calabria a Melito di Porto Salvo  dove si trova la barca di Garibaldi affondata e a Gambarie in Aspromonte dove l'eroe fu ferito, per poi concludersi con un grande evento al Gianicolo di Roma (dove si trova una maestosa statua di Garibaldi a cavallo) con l'orchestra dal vivo di Nicola Piovani.  Mario Fontana, girerà un documentario di circa 28 minuti per Rai Corporation Usa in cui oltre all'evento in Washington Square Park,  verrà raccontato il soggiorno newyorkese di  Garibaldi, ospite di Antonio Meucci a Staten Island. Il video verrà trasmesso poi  nel circuito televisivo di Rai International.

"Uomo d'armi che credeva fermamente nel valore della libertà, di una onestà incredibile, che, fin quando non ha visto Roma capitale non si è dato pace" Mario Fontana ci racconta il Garibaldi  "incontrato" nel corso delle sue ricerche: "Era un uomo dai solidi principi morali, amatissimo dalle donne, rispettato, molto attento alla sua integrità morale. A Londra, durante la sua visita nel 1864 dove si incontrò con Mazzini, nel tentativo di convincerlo ad appoggiare per il bene della patria, l'unione dell'Italia sotto i Savoia, accettò la cittadinanza offertole da Londra ma rifiutò 5000 sterline raccolte per la sottoscrizione. Era una persona difficile da definire, un eroe nel vero senso della parola, ricco di  umanità e  coraggio".

"Sono sicuro, ci confessa l'ideatore Mario Fontana, "che se Garibaldi riuscirà a vedere dall'alto lo spettacolo, sarà felice".

Subito dopo l'evento a Washington Square Park  ci sarà un party privato per la produzione, al ristorante Monte's in Villa Mosconi, dove verranno serviti i piatti preferiti da  Giuseppe Garibaldi come il minestrone alla genovese, le trenette al pesto, il pissaladiere (un piatto nizzardo). Ci sarà anche il vino, "anche se Garibaldi", ci racconta Fontana, " era astemio. Con il vino a lui piaceva solo macchiare un po' l'acqua".

Per informazioni sull'evento consultare il sito www.anatomyofahero.com